Tag

zenzero

Ricette & Ingredienti, Trends

Lo zenzero: Come prepararlo?

zenzero come prepararlo

Lo zenzero: come inserirlo nelle tue ricette

Lo zenzero è una delle radici più in voga del momento, originario dell’Asia ma ormai facile da trovare ovunque, è ottimo per le sue proprietà depurative.
E’ infatti un ottimo digestivo, calmando lo stomaco e l’intestino: spesso viene servito dopo cena o tra le portate per aiutare la digestione e per “sciacquare” la bocca dai vecchi sapori.
Avendo proprietà anti-infiammatorie è un buon rimedio anche contro raffreddore, mal di gola e sintomi influenzali: mangiarne un pezzettino serve a calmare immediatamente il bruciore alla gola.
E’ anche dimostrato avere un effetto positivo contro il senso di nausea, riducendolo completamente: portatelo con voi nei viaggi in macchina o in mare!

Essendo una radice le modalità di preparazione sono molteplici:
Si può tagliuzzare o affettare se si desidera una certa consistenza nelle ricette: piccoli pezzettini possono dare un sapore più deciso alla pasta o al riso, mentre pezzi più grandi vanno meglio per tè/tisane.
Si può grattuggiarlo in zuppe o in passate per aggiungere un aroma forte e fresco alle creme, senza avere la consistenza dei pezzi solidi.

Vista la sua ecletticità in cucina e il sapore versatile e deciso lo zenzero può essere usato nella preparazione di tantissime ricette e bevande, scopriamone alcune insieme:

  1. Tisana: basta immergere un pezzo di zenzero (sbucciato) in una tazza di acqua bollente per circa 15 minuti.
  2. Candito: basta far cuocere zenzero, acqua e zucchero insieme. Quando l’acqua evaporerà potrete toglierlo, raffreddarlo e gustarlo.
  3. Biscotti: Tipici biscotti natalizi, molto diffusi nei paesi del Nord e Anglosassoni, si fanno con l’aggiunta di polvere di zenzero
  4. Zuppa con zucca: un contorno agrodolce molto interessante da mettere a tavola specie nelle stagioni fredde.
  5. Centrifugati: è ideale in molti centrifugati per aggiungere quel senso di freschezza e frizzantezza
  6. Pasta: Provate ad aggiungerlo tritato in cima ad un classico “spaghetti aglio e olio”!

Scopri lo zenzero nelle ricette di NutriBees!

 

Related posts
Dragoncello: una pianta aromatica da scoprire
3 ottobre 2018
Quinoa: come cucinarla e usarla nelle ricette
29 agosto 2018
Piatti Unici: Cosa si intende e come prepararli
21 agosto 2018
Trends

Cibi Afrodisiaci: quali sono?

cibi afrodisiaci

Cibi Afrodisiaci

I cibi afrodisiaci sono da sempre al centro di studi e dell’interesse di tutti.
Ma quali sono e che effetti hanno sull’organismo i più comuni cibi afrodisiaci?

Definizione di “cibi afrodisiaci”

Per cibi afrodisiaci si intende tutti quegli alimenti che innescano sensazioni di piacere nel corpo, stimolando la sensualità di uomo e donna. Ovviamente importante è anche la componente psicologica legata al consumo di questi alimenti, ma analizziamo i più conosciuti.

Peperoncino: Tra i cibi afrodisiaci il più conosciuto è sicuramente quello più adatto alla vostra serata piccante: il peperoncino. La capsicina del peperoncino agisce da vasodilatatore attivando la circolazione verso le parti periferiche del corpo: da qui la sensazione di caldo che si avverte consumandolo.
Cioccolato: Immancabile. Quale cena romantica non si conclude con un dolce di cioccolato o con dei cioccolatini?
Secondo la rivista Neuro Regulation, il cioccolato è infatti uno stimolante naturale, che serve ad alzare il livello d’attenzione e la pressione sanguigna.
Zenzero: Utilizzato in Cina come viagra naturale, questa radice di origine asiatica ha un effetto simile a quello del peperoncino portando un decisa sensazione di calore, specialmente nell’uomo.
Zafferano: Tipico della cucina milanese, il re delle spezie è associato all’amore fin dall’antica grecia, tantè che secondo la leggenda il fiore dello zafferano non è altro che un giovane innamorato trasformato da Zeus per poter stare più vicino al suo amore.
Fun Fact: il nome deriva dall’arabao zaf’aran che vuol dire giallo!
Asparagi:
è addirittura il Kamasutra a consigliarli come soluzione al calo del desiderio. La scienza non ne ha mai confermato queste qualità che venivano anche riconosciute in epoca rinascimentale.
Mandorle: 
Secondo la Coldiretti e’ uno dei cibi cardine per le coppie. Ne basterebbero 30 grammi al giorno per stimolare fertilità e passione. Infatti si usa donare confetti di mandorla per battesimi e matrimoni per augurare prosperità.
Fun Fact: nel Medioevo la mandorla era uno degli ingredienti principali nei filtri d’amore!

Quale dei piatti NutriBees può accendere il desiderio?

 

Related posts
Lo zenzero: Come prepararlo?
23 agosto 2018
In quali alimenti si trova la vitamina D?
25 luglio 2018