Tag

dieta

Health & Wellness

Piatti pronti per dieta: come dimagrire senza stress

piatti pronti per dieta

Piatti pronti per dieta sana e genuina e senza sprechi

Piatti pronti per dieta: mettersi a dieta può essere davvero un grande trauma se bisogna modificare sensibilmente il proprio stile di vita. Fare la spesa al grammo, pesare i singoli ingredienti, cucinare, lavare i piatti possono davvero essere delle attività pesanti, soprattutto se si lavora fino a tardi o se si ha una famiglia a cui badare, magari ognuno con diete o esigenze diverse.

Dimagrire può essere davvero un enorme stress.

piatti pronti per dieta

Per questo si ricorre spesso a piatti pronti: non serve nè fare la spesa nè cucinare e nè lavare i piatti e non si crea nessuno spreco.
Ma i piatti pronti che potete trovare nello scaffale del supermercato o nella gastronomia vicino casa sono sicuri?

Bisogna leggere bene le etichette (quando presenti) per individuare eventuali ingredienti artificiali, coloranti e conservanti che possono essere trovati nei piatti pronti del supermercato; mentre per quanto riguarda la gastronomia sicuramente non potete essere certi che il metodo di cottura usato sia dietetico (uso di olio, sale, etc…) seppure con ingredienti di alta qualità.

Bisogna quindi affidarsi a specialisti nel settore, cucine specializzate in cucina sana e dietetica con etichette trasparenti senza uso di conservanti e additivi.

NutriBees è sicuramente una di queste realtà: cucina dietetica in sous vide, cucinando i cibi in modo da lasciare inalterate le loro proprietà nutrizionali, esclusione di alimenti ritenuti dannosi, solida base scientifica grazie alla collaborazione con la dottoressa Anna Villarini e con l’AIRC, seguendo le linee guida dell’OMS, e conservazione in atmosfera modificata certificata senza l’uso di ingredienti artificiali.

piatti pronti per dieta

Se si vuole iniziare una dieta o soltanto se si vuole mangiare sano senza stress, NutriBees è la soluzione ideale, in quanto spedisce in un’unica soluzione i piatti pronti per la dieta a casa o in ufficio.
I piatti saranno disponibili nel frigo nel momento del bisogno e pronti dopo qualche minuto in padella, forno o microonde (alcuni piatti sono buoni anche freddi).

Un problema, quello della dieta, che viene così risolto potendo disporre direttamente nel frigo di casa di piatti pronti per dieta porzionati e studiati in modo da essere adatti alle condizioni nutrizionali del singolo individuo.

Dimagrire non è mai stato così facile.

Related posts
Dieta per obesità: come riuscire a dimagrire?
19 ottobre 2018
Dieta a Roma: i migliori professionisti e servizi
10 ottobre 2018
Un menu settimanale personalizzato
3 ottobre 2018
Health & Wellness

Dieta per obesità: come riuscire a dimagrire?

dieta per obesità

Dieta per obesità: come fare a perdere molto peso in modo sano?

Dieta per obesità: l’obesità è una patologia caratterizzata dall’accumulo eccessivo di adipe e dunque da un rilevante aumento di peso. E’ causata in gran parte dalla mancanza di uno stile di vita sano e regolare.

E’ una problematica globale (anche se al momento ha un’incidenza maggiore nei paesi occidentali) in quanto l’obesità è strettamente connessa a patologie croniche come diabete, ipertensione e tumori.
Quindi oltre che essere una necessità estetica, il dimagrimento è in questi casi una necessità medica.

Grazie all’indice di massa corporea (IMC), che si calcola dividendo il peso per l’altezza al quadrato, l’obesità può essere facilmente calcolata ed individuata: un indice superiore al valore 30 indicata obesità e in quel caso bisogna ricorrere ad una dieta e consultare un professionista per cambiare rapidamente alimentazione e stile di vita, operazione che potrebbe non essere affatto semplice.

Secondo i dati del Ministero della Salute, ben l’11% della popolazione adulta italiana risulta obesa, mentre ben il 32% in sovrappeso.

Come fare dunque a perdere peso e ad iniziare una dieta per obesi?

Il primo passo (dopo essersi consultati con un nutrizionista) è quello di diminuire l’apporto calorico introdotto non solo rispetto al vecchio stile di vita, ma anche rispetto alla normalità, per cui attenersi al consumo di circa il 70% delle calorie necessarie per il normale fabbisogno giornaliero.

Una volta comprese le calorie necessarie per dimagrire, è importante ripartire correttamente i macronutrienti, non più privilegiando zuccheri e grassi, ma distribuendo correttamente proteine e carboidrati secondo una dieta sana e bilanciata.

In generale le azioni che bisogna compiere per iniziare una dieta per obesi sono le seguenti:

  1. Correggere l’alimentazione, riducendo l’ammontare di calorie consumate, ripartendo correttamente le calorie e i macronutrienti nei pasti principali e negli spuntini ed eliminando cibi nocivi.
  2. Aumentare il consumo calorico, facendo passeggiate, sport, attività fisica per almeno 30 minuti al giorno.
  3. Curare eventuali patologie derivate dall’obesità.

Giornalmente può però essere complicato non cadere in tentazione e mantenere un’alimentazione e uno stile di vita sano soprattutto quando si era abituati diversamente.
Ecco quindi alcune “regole” e consigli di comportamento per seguire correttamente una dieta:

  1. Fare attività aerobica, anche una semplice passeggiata, in generale muoversi più di prima!
  2. Non acquistare merendine, biscotti, succhi, bevande gassate, etc…
  3. Acquistare e tenere di scorta in frigo frutta e verdura per i momenti di fame
  4. Cercare di fare porzioni ridotte
  5. Mangiare molto lentamente per non sentire il senso di fame
  6. Non saltare i pasti, è più deleterio!
  7. Pianificate la vostra settimana con un menu settimanale.

Tra gli altri consigli possiamo anche consigliare di utilizzare NutriBees, che con il suo servizio consegna pasti pronti dietetici in porzioni da tenere in frigo. In questo modo essendo piatti porzionati possono venire incontro alle esigenze di chi segue una dieta per obesità.

 

 

 

 

Related posts
Piatti pronti per dieta: come dimagrire senza stress
23 ottobre 2018
Dieta a Roma: i migliori professionisti e servizi
10 ottobre 2018
Un menu settimanale personalizzato
3 ottobre 2018
Health & Wellness

Dieta a Roma: i migliori professionisti e servizi

dieta a roma

Consigli e soluzioni su come mettersi a dieta a Roma

Fare una dieta a Roma: iniziare un programma per dimagrire nella città eterna può essere molto complicato: spaghetti alla carbonara, tonnarelli cacio e pepe, bucatini all’amatriciana, supplì e tante altre prelibatezze di cui la capitale è piena.

dieta roma

Il primo passo da fare per iniziare è quello di cercare un professionista di fiducia con cui incominciare un percorso. NutriBees ne ha già selezionati alcuni in un precedente articolo, eleggendo alcuni tra i migliori nutrizionisti di Roma.

Molti ci hanno ringraziato per i consigli sui nutrizionisti per cui ribadiamo i tre professionisti della dieta a Roma consigliati da noi:

1. Viviana Meli, che riceve in Via Portuense 561

2. Elisa Bisicchia, che riceve in Via Giacomelli 46

3. Stefania Velitti, esperta invece in dieta vegetariana e vegana.

Sicuramente ci sono poi altri tantissimi professionisti altrettanto in gamba ma questi sono quelli che ci sentiamo di consigliare visto anche la collaborazione instaurata con la nostra iniziativa.

A Roma poi sono tante le diete alternative e innovative che vengono ricercate ogni giorno sia su google che sui nostri canali, a cui bisogna comunque sempre stare attenti cercando di capire i potenziali effetti collaterali.

La dieta chetogenica è sicuramente la più ricercata del momento: una dieta che predilige la riduzione dei carboidrati “forzando” l’organismo a produrre corpi chetonici che vengono utilizzati come fonte di energia. Le opinioni su questa dieta sono contrastanti: eventualmente conviene sempre contattare un nutrizionista prima di iniziarla da soli.

La dieta del gruppo sanguigno, viene anche ricercata spesso e non è altro che una dieta basata sul gruppo sanguigno. Di recente è stata stroncata dall’American Journal of Clinic Nutrition (qui riportata dalla Fondazione Veronesi) in quanto non hanno dimostrato nessun nesso tra alimentazione e gruppi sanguigni.

La dieta dukan era una dieta molto in voga e ricercata, che però (fortunatamente?) ha visto l’attenzione diminuire negli ultimi tempi. Non è una dieta bilanciata ed è molto sconsigliata nel lungo termine.

Il nostro consiglio è quello di rivolgersi sempre ad un professionista, oppure cercare sempre di prediligere i principi della dieta mediterranea, inserita addirittura come patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO per la sua capacità di “allungare” la vita.

Una dieta sana e bilanciata è proprio quello che offre NutriBees, soprattutto a chi non ha tempo e voglia di cucinare pasti sani, ricercati e gustosi.
NutriBees li prepara e li consegna direttamente a casa vostra, pronti in 3 minuti.
Sono tutti pasti che seguono le linee della dieta mediterranea e del piatto unico bilanciato e che sono ideali per iniziare una dieta a Roma se non si ha molto tempo.

dieta roma

Related posts
Piatti pronti per dieta: come dimagrire senza stress
23 ottobre 2018
Dieta per obesità: come riuscire a dimagrire?
19 ottobre 2018
Un menu settimanale personalizzato
3 ottobre 2018
Health & Wellness

Un menu settimanale personalizzato

menu settimanale

Come organizzare il menu settimanale per una dieta sana e bilanciata?

Nelle frenetiche giornate di oggi è sempre più difficile mangiare sano ed eventualmente fare una dieta per dimagrire: diventa cruciale sapersi organizzare le giornate in anticipo elaborando un menu settimanale.

Questo planning settimanale è importante per poter raggiungere i propri obiettivi, organizzando la spesa, gli ingredienti e le ricette e anche soprattutto i giorni “liberi” fondamentali psicologicamente per seguire una corretta alimentazione per un lungo periodo.

Qualunque sia l’obiettivo (perdere peso, prendere massa, stabilizzarsi) è così molto importante organizzare le giornate in anticipo decidendo per il menu settimanale migliore per le proprie esigenze.
Consigliamo sempre di seguire i principi base della dieta mediterranea e del piatto unico bilanciato di Harvard

menu dieta

Al centro della nostra alimentazione mettiamo i cereali, meglio se integrali, che all’interno di un pasto unico compongono circa la metà della porzione. Da accompagnare sempre ad verdure e proteine vegetali o animali (legumi, pesce, pollo) evitando la carne rossa per più di una volta al mese.

All’interno del menu settimanale è molto importante variare le combinazioni alimentari e introdurre magari degli alimenti nuovi e lontani per cambiare i sapori e avere quel senso di novità, fondamentale per poter continuare a lungo un percoro alimentare sano e bilanciato.

Spesso però può essere molto impegnativo dover pensare costantemente a nuove soluzioni e ricette, fare la spesa, cucinare, pulire la cucina: tutte attività che portano via molto tempo ed energie.
Per questo c’è NutriBees che consegna un menu a domicilio scelto sulla base delle tue esigenze nutrizionali e variabile di settimana in settimana per fornirti tutto quello di cui hai bisogno con gusto e varietà!
Sono disponibili anche menu vegetariani, vegani, senza glutine e senza lattosio, per assecondare le necessità di tutti.

Un esempio di menu sano e bilanciato (con anche azioni anti-infiammatorie) è stato di recente pubblicato dalla nostra nutrizionista Anna Villarini sul Corriere della Sera.
Menu settimanale infografica

Nel caso foste interessati ad esaminare la vostra alimentazione ed ottenere un feedback gratuito in tempo reale, potete compilare il test nutrizionale di NutriBees. Una volta compilato il test, nel nostro menù settimanale appariranno i piatti migliori per voi già evidenziati.

 

Related posts
Piatti pronti per dieta: come dimagrire senza stress
23 ottobre 2018
Dieta per obesità: come riuscire a dimagrire?
19 ottobre 2018
Dieta a Roma: i migliori professionisti e servizi
10 ottobre 2018
Health & Wellness

La Dieta Settimanale Più Efficace

dieta settimanale

Come organizzarsi al meglio per dimagrire durante la settimana

Quando si decide di dimagrire è molto importante organizzare una dieta settimanale volta per volta, rispettando i principi più importanti della nutrizione ma soprattutto tenendo conto delle proprie passioni, stile di vita e senza fare troppe rinunce.

Infatti è importante, per funzionare correttamente, che la dieta non venga vista e vissuta in modo punitivo ma più come un nuovo stile di vita per il futuro.

La psicologia della dieta non dev’essere appunto negativa e soprattutto non dev’essere orientata solo al breve termine, ma dev’essere una dieta personalizzata sia alle necessità fisiche e mediche ma anche psicologiche e comportamentali dell’individuo.
Per questo diventa cruciale gestire e organizzare in anticipo un menu settimanale ricco e completo.

Per una dieta sana e bilanciata ed equilibrata nel lungo periodo, i principi della dieta mediterranea e lo schema della piramide alimentare sono sicuramente le linee guida più valide da seguire.
Diversi studi hanno infatti dimostrato come la dieta mediterranea sia basata su principi solidi, allungando la vita media di chi la segue: non ha caso proprio gli italiani si collocano al primo posto del Bloomberg Global Health Index come il popolo più in salute e sano a livello mondiale

.infografica dieta settimanale

Un consumo regolare e quotidiano di cereali (meglio se integrali), frutta e verdura, un ridotto consumo giornaliero di latticini; un discreto consumo settimanale di pesce e carne bianca, pochi dolci e poca carne rossa.
Bere molta acqua (circa 6-7 bicchieri al giorno) e ridurre il consumo di bevande zuccherate.

Per una dieta settimanale di lungo periodo l’ammontare calorico dovrà essere commisurato al fabbisogno calorico appositamente calcolato, risultante dunque in una dieta personalizzata e di conseguenza un menu settimanale personalizzato.

dieta settimanale

Se invece l’obiettivo è dimagrire, la dieta settimanale (seguendo sempre i principi della dieta mediterranea al netto di eventuali patologie o intolleranze) dovrà includere un fabbisogno calorico inferiore rispetto a quello necessario al fabbisogno giornaliero, necessario al raggiungimento degli obiettivi di una dieta dimagrante.

Il tipico esempio di menu settimanale di una dieta dimagrante sarà quindi il seguente:

  • Colazione: yogurt e frutta secca o un frutto / fette biscottate con latte e caffè / latte e cereali integrali
  • Merenda: frutta
  • Pranzo: cereale integrale (orzo, riso, avena, quinoa, etc..) con verdure e legumi / pesce accompagnato da verdure e cereale integrale
  • Merenda: yogurt / frutta secca
  • Cena: Pollo con verdure / legumi con un cereale integrale

Questo tipo di menu settimanale, in alcuni casi, può essere anche abbastanza complesso da preparare da soli a casa, specie se si è molto indaffarati o anche solo se semplicemente non si ha la voglia e la capacità di cucinare.
In quei casi le tentazioni sono dietro l’angolo: gastronomie varie, piatti pronti dei supermercati, pizzerie, kebabs, etc…

Il metodo più efficiente per seguire una dieta o un regime alimentare sano in questi casi è sicuramente affidarsi a qualcuno, come NutriBees che studiando i tuoi bisogni consegna direttamente a casa tua la tua dieta settimanale pronta da consumare.
Una volta a settimana riceverai piatti pronti sani e bilanciati, adatti per una dieta, studiati per te.
Comodi per casa e ufficio e pronti in 3 minuti.

Related posts
Piatti pronti per dieta: come dimagrire senza stress
23 ottobre 2018
Dieta per obesità: come riuscire a dimagrire?
19 ottobre 2018
Dieta a Roma: i migliori professionisti e servizi
10 ottobre 2018
Health & Wellness

I 3 migliori nutrizionisti di Firenze del 2018

migliori nutrizionisti di Firenze

Vi presentiamo i migliori nutrizionisti di Firenze

Dopo aver trattato in precedenza alcune tra le maggiori città italiane tra cui le più recenti Genova e Napoli, oggi andiamo a conoscere alcuni tra i migliori nutrizionisti di Firenze del 2018. Lavorando a contatto con molti professionisti del mondo della nutrizione ormai da un anno ci sentiamo di potervi aiutare a scoprire quali sono i migliori professionisti nel capoluogo toscano a cui rivolgervi per ottenere un consulto e iniziare a seguire un percorso verso una sana alimentazione perdendo, ma non necessariamente, qualche chilo. Se prima di addentrarvi nei nomi e cognomi dei migliori nutrizionisti della città gigliata voleste avere un primo feedback sulla vostra alimentazione potrete utilizzare il nostro test nutrizionale online che vi darà in tempo reale alcune dritte e vi guiderà nella scelta dei piatti per voi migliori nel caso voleste usufruire del nostro servizio di piatti healthy a domicilio attivo anche nella città fiorentina.

Firenze, come del resto tutta la nostra penisola, offre tentazioni culinarie di primo piano (citiamo tra le tante specialità ovviamente la fiorentina e tra i migliori ristoranti sicuramente la famosissima Enoteca Pinchiorri ) quindi trovare un professionista che sia in grado di seguirvi nel migliore dei modi senza imporvi metodi drastici è assolutamente fondamentale.
Doverosa premessa è dire che in questo articolo parleremo solo dei migliori Nutrizionisti di Firenze e non di dietisti e dietologi (abbiamo già parlato delle differenze tra nutrizionista, dietologo e dietista in un precedente articolo).

Bando alle chiacchiere ecco quelli che per noi sono i 3 migliori nutrizionisti di Firenze del 2018:

  • Al primo posto inseriamo la Nutrizionista Maddalena Cipriani che pur non collaborando direttamente con il nostro servizio risulta tra le più gettonate del capoluogo toscano. La Dottoressa Cipriani riceve a Firenze in Via Ser Ventura Monachi 26 e a San Casciano in Viale Corsini 9 . La Dottoressa si distingue per accuratezza nella visita e per l’approfondimento che fa sul paziente consigliando, come riporta sul suo sito, di portare con se alla prima visita gli ultimi esami del sangue, delle urine, diagnostici e di eventuali terapie farmacologiche in corso.
  • Al secondo posto tra i migliori nutrizionisti di Firenze inseriamo la dottoressa Elettra Terziani che visita sia città in Via Lungarno Colombo 8 sia in Versilia e più precisamente a Cinquale. Visitando il sito della nutrizionista Terziani potrete reperire maggiori informazioni  per farvi seguire nel migliore dei modi nel vostro percorso.
  • Al terzo posto ci sentiamo di citare la nutrizionista Maria De Santis che è l’unica delle 3 qui presenti affiliata al nostro servizio di healthy food delivery e con cui è possibile prenotare un appuntamento anche tramite il nostro modulo di richiesta consulto. La dottoressa De Santis riceve in Via Erbosa 30/B – San Donnino : potete scoprire di più su di lei e sul suo lavoro visitando il suo sito internet www.nutrizioneedieta.com .

Speriamo che questo articolo possa esservi servito d’aiuto. Continuate a seguire il nostro blog per curiosità e supporto in ambito nutrizionale e provate il nostro servizio di food delivery nel caso vogliate mangiare bene avendo più tempo per voi.

 

Related posts
Piatti pronti per dieta: come dimagrire senza stress
23 ottobre 2018
Dieta per obesità: come riuscire a dimagrire?
19 ottobre 2018
Dieta a Roma: i migliori professionisti e servizi
10 ottobre 2018
Health & Wellness

Cosa mangiare: la dieta per palestra ideale

dieta per palestra

Dieta per palestra: cosa mangiare per raggiungere i vostri obiettivi?

Dieta per palestra: è sempre più riconosciuto che l’alimentazione ricopre un ruolo cruciale nel fitness.

Non importa quanto ci si allena se si mangia male: difficilmente i risultati arriveranno seguendo una cattiva alimentazione, perciò è cruciale capire (in base ai propri obiettivi e alle proprie esigenze nutrizionali) quale sia la migliore dieta per palestra.

Secondo gli esperti una corretta alimentazione conta per circa il 70% nel raggiungimento del risultato per chi va in palestra.
Inolte per ottenere risultati, è importante abbinare alla dieta un minimo di 150 minuti di attività fisica a settimana.

Cosa mangiare dopo palestra

Prima di tutto è giusto riconoscere l’importanza delle proteine la cui assunzione è fondamentale, ma attenti ad esagerare: è importante mangiare un po’ di tutto per bilanciare i diversi nutrienti e fornire all’organismo tutto quello di cui ha bisogno.

Ai fini di una corretta alimentazione ogni tipo di esagerazione è da evitare assolutamente.
In generale vanno accompagnati alle proteine cereali a basso indice glicemico come riso o farro che aiutano il corretto funzionamento dei muscoli, i legumi, la frutta, le verdure.
Tra le proteine cercate di preferire le proteine “buone” come carne bianca o pesce e limitare i consumi di carne rossa e insaccati.

Mentre consigli più dettagliati variano in base al tipo di allenamento e dunque all’obiettivo prescelto.
Una dieta per palestra dimagrante sarà associata ad un allenamento cardio e dunque avrà delle “regole” da seguire al fine di perdere peso:

  • consumare pochi carboidrati e meglio se a basso indice glicemico (come il riso)
  • mangiare molta frutta e verdura
  • mangiare circa un’ora dopo l’allenamento
  • introdurre (se già non lo si fa) due spuntini a metà mattina e pomeriggio per stimolare il metabolismo.

Una dieta per palestra per aumentare la massa muscolare o tonificare si basa invece su altri principi:

  • Fare circa sei pasti al giorno
  • Iniziare con una colazione molto ricca di proteine
  • Assumere circa 2g di proteine per kg di massa corporea, preferendo carne bianca e pesce

In entrambi i casi si consiglia di bere molta acqua al giorno per reintegrare i liquidi persi.
Inoltre ci sono dei cibi e delle abitudini da evitare:

  • bevande gassate e zuccherate (un bicchiere di coca cola è uguale a 10 bustine di zucchero, assolutamente da evitare!)
  • cioccolato e caramelle (il cioccolato fondente in piccole dosi va bene)
  • troppo sale: aumenta il senso di gonfiore
  • mangiate abbondanti di carboidrati alla sera (pizza e grossi piatti di pasta).

Per chi non avesse tempo di cucinare e di pensare ad una dieta giornalmente, c’è NutriBees.

NutriBees consegna settimanalmente pasti sani e bilanciati pensati in base alle abitudini individuali, ideali per chi non ha tempo e vuole stare in forma.

Related posts
Piatti pronti per dieta: come dimagrire senza stress
23 ottobre 2018
Dieta per obesità: come riuscire a dimagrire?
19 ottobre 2018
Dieta a Roma: i migliori professionisti e servizi
10 ottobre 2018
Health & Wellness

I 3 migliori nutrizionisti di Torino del 2018

Migliori nutrizionisti di Torino

Conosciamo i 3 migliori nutrizionisti di Torino

Oggi la nostra redazione continua con le sue classifiche relative ai migliori nutrizionisti delle principali città italiane in cui è operativo il servizio di cibo a domicilio NutriBees spostandosi a Torino. Tramite questi articolo vogliamo offrirvi un piccolo aiuto nel caso vi trovaste in queste città e voleste rivolgervi ad un professionista della nutrizione prima di acquistare i nostri piatti pronti : sul nostro sito è presente anche un simpatico test nutrizionale gratuito che vi potrà dare un veloce feedback sulla vostra alimentazione attuale.

Una piccola premessa è doverosa: noi cerchiamo di darvi soltanto una breve carrellata di alcuni professionisti con cui siamo venuti a contatto, sicuramente la lista potrebbe essere molto più lunga in una città densa di professionisti e di competenze. Inoltre ricordatevi che nella scelta di un nutrizionista che deve seguirvi in un percorso a volte complesso come una dieta, è fondamentale saper non solo basarsi sulle competenze scientifiche e tecniche ma anche e soprattutto sul lato umano, che spesso fa la differenza nella comprensione a 360° delle esigenze personali.

Di seguito i 3 nomi scelti dalla nostra redazione per questa speciale classifica:

  • La dott.ssa Maria Teresa Nivuori collabora con noi da inizio 2018 ed è molto attiva sul suo blog personale specie nel cercare di sfatare i miti nutrizionali, dando informazioni scientifiche ai suoi utenti. Riceve in diverse sedi a Torino che potete trovare qui.
  • La dott.ssa Serena Garifo riceve invece in via Legnano,26. La sua pagina facebook conta molti proseliti e, anche se questo non è sempre indice di qualità e bravura, nel suo caso non possiamo che confermare questo. Saprà sicuramente guidarvi verso uno stato psicofisico migliore con pazienza e tenacia.
  • Infine anche la dott.ssa Elisa Strona, che riceve in via Arvier,9, è molto attiva sui canali blog e facebook cercando di mantenere un rapporto molto diretto con i suoi pazienti ed è stata tra le prime nutrizioniste ad affiliarsi con il nostro servizio, quindi molto interessata alle novità in ambito nutrizionale.

Se prima di rivolgervi ad un nutrizionista di Torino, o se non riuscirete a contattare al telefono nessuno di questi, potete sempre iniziare dal nostro test nutrizionale e dal vedere i piatti migliori suggeriti per voi dal nostro algoritmo in base alle vostre esigenze.

Se invece fossi un nutrizionista di Torino interessato ad affiliarsi al nostro network puoi contattarci attraverso il modulo di iscrizione che trovi a fondo pagina nel nostro sito NutriBees

Related posts
Piatti pronti per dieta: come dimagrire senza stress
23 ottobre 2018
Dieta per obesità: come riuscire a dimagrire?
19 ottobre 2018
Dieta a Roma: i migliori professionisti e servizi
10 ottobre 2018
Health & Wellness

Dieta per Anziani: migliori alimenti e cibi da evitare

Dieta per anziani

Consigli alimentari per seguire una dieta sana anche in età avanzata

Molto spesso leggiamo articoli riguardo cosa mangiare per mantenerci in forma, aumentare la massa muscolare o raggiungere uno specifico obiettivo. I consigli che leggiamo spesso non fanno distinzione nè di sesso, nè di età ne di condizione fisica di partenza.

L’età ovviamente è uno dei fattori che impatta più profondamente il risultato che ha sul nostro corpo mangiare alcuni cibi piuttosto di altri: infatti un cibo che può farci bene ed aiutarci in età precoce può essere assolutamente dannoso in una dieta per anziani.

dieta per anziani

Alimentazione corretta per anziani secondo Benessere360

Per questo motivo con questo articolo vogliamo aiutarvi a capire quali sono gli alimenti ideali da inserire in una dieta per anziani in modo da mantenersi giovani e pimpanti anche superata una certa età. Piccola premessa: questo articolo non si rivolge a persone con specifiche patologie e condizioni di salute non ottimali. In ogni caso questo articolo non sostituisce la visita con un professionista dell’alimentazione ma vuole comunque dare alcuni consigli rapidi sui cibi migliori da consumare e quelli che magari è meglio evitare.

Sembra stupido ribadirlo ma innanzitutto vorremmo sottolineare come il problema principale che si riscontra parlando di alimentazione per anziani è quello della malnutrizione : moltissimi anziani, spesso soli e poco assistiti dai familiari, soffrono di questo problema per cause differenti che vanno dalla perdita di appetito, alla perdita di voglia o incapacità di cucinare a questioni prettamente economiche. Il nostro servizio di consegna a domicilio di pasti pronti può in questo senso risolvere almeno uno di questi 3 problemi (in realtà anche quello del gusto visto che il sapore è sicuramente uno dei punti di forza dei nostri pasti pronti) portando in tutta Italia pasti bilanciati ed equilibrati dal basso contenuto calorico.

Per quanto riguarda l’assunzione di calorie se è vero che facendo meno attività fisica è opportuno ridurre le kcal assunte, d’altra parte è importante non sbilanciarsi troppo dall’altro lato andando a soffrire poi di eccessiva magrezza. Per darvi dei parametri di riferimento,  Fondazione Veronesi, consiglia alla donna di assumere tra le 1600-1900 calorie tra 60 e 74 anni e tra le 1500-1750 dopo i 75 anni mentre all’uomo di assumere 1900-2250 calorie tra 60 e 74 anni e tra le 1700-1950 dopo i 75 anni.

I nutrienti che bisogna fare attenzione ad assumere per rispettare una buona dieta per anziani sono le proteine (che mantengono la massa muscolare), le fibre (per il mantenimento delle corrette funzioni intestinali), gli antiossidanti e le vitamine E, B12, B6 C, D,  il calcio e l’acido folico. Troppo difficile capire cosa mangiare? Passiamo agli alimenti. In realtà la dieta dell’anziano in questo senso non si differenzia molto da quella della persona sana di mezza età in quanto il poco e vario rimane un principio consolidato.

Per quanto riguarda le proteine si deve prediligere la loro assunzione tramite carne bianca, pesce (preferire il pesce azzurro), legumi, uova e latte. Per i grassi parliamo invece di olio extravergine di oliva e frutta secca limitando salumi e carne rossa. Per i carboidrati scontato dire che sarebbe meglio consumarli integrali. Completano il quadro abbondanti quantità di acqua (specialmente nelle stagioni estive) frutta e verdura.

Cosa invece evitare? Come detto sopra sono da evitare in sana dieta per anziani sicuramente i piatti ricchi di zuccheri e sale e in generale effettuare pasti eccessivamente pesanti che possono mettere in difficoltà un corpo già fragile e che mal potrebbe sopportare troppe pietanze tutte insieme specialmente per il pasto serale.

Se vi fosse piaciuto questo articolo continuate a leggere il nostro blog o visitate il nostro sito per scoprire il nostro servizio di healthy food delivery

Related posts
Piatti pronti per dieta: come dimagrire senza stress
23 ottobre 2018
Dieta per obesità: come riuscire a dimagrire?
19 ottobre 2018
Dieta a Roma: i migliori professionisti e servizi
10 ottobre 2018
Health & Wellness

Pranzo Light: come mangiare leggero

pranzo light

Pranzo Light: come sentirsi bene dopo pranzo

Pranzo light: è un inglesismo ormai diffusissimo per indicare un pranzo leggero e sano, spesso anche veloce, con la fondamentale caratteristica di non farci sentire appesantiti una volta alzati da tavola.

In particolar modo se si lavora, o comunque se si è indaffarati, è importante pranzare in modo sano ed equilibrato al fine di essere in piena forma per proseguire le proprie attività giornaliere, evitando il fastidioso senso di gonfiore, pesantezza o mal di stomaco che possono rendere più difficile il proseguio della giornata.

Regola fondamentale è quindi che gli alimenti utilizzati per il vostro pranzo light siano energetici ma non pesanti, fornendoci il numero giusto di calorie di cui abbiamo bisogno fino a cena senza esagerare e senza farci sentire affamati.

Cosa Evitare?

Vanno evitate ovviamente porzioni troppo grandi o abbuffate, in particolare di pasta e carboidrati, che possono portarci a sentire la sonnolenza: meglio porzioni piccole da 70-80g con condimento leggero (evitate un bel piattone di carbonara!).

dieta roma
Stesso discorso per zuccheri e dolci, meglio evitarli o assumerli in piccole dosi.
Da evitare dunque anche bevande zuccherate.

Cosa Prediligere?

Sicuramente la scelta migliore è consumare molte verdure e proteine (carne magra, pesce, legumi), potenzialmente accompagnandole con una manciata di riso integrale o un cereale integrale, seguendo la logica del piatto unico bilanciato.

piatto unico
Inoltre è importante accompagnare un pranzo light con due spuntini (uno a metà mattinata e l’altro a metà pomeriggio): frutta, yogurt, frutta secca sono le opzioni migliori.
Molto importante è anche variare il vostro pranzo in modo da non annoiarsi mai.
Anche un panino può andare bene in mancanza d’altro, ma occhio agli ingredienti: meglio con bresaola o carni magre e con nessuno o pochi latticini: se non fatto bene un panino equivale ad un piatto di pasta abbondante.

Come Prepararli?

Una soluzione pratica è sicuramente cucinare a casa e portarsi la classica schiscetta in ufficio, però può essere un’operazione lunga e complessa e con molti sprechi, di tempo, energia e materie prime!

Per evitare sprechi, può essere molto comodo utilizzare NutriBees per poter ricevere pasti unici bilanciati direttamente a casa, ideali per un pranzo light e studiati per farti sentire al meglio nella vita di tutti i giorni.

Comodi sia da mangiare a casa, dopo averli riscaldati nel microonde, che in ufficio.

Packaging NutriBees

Related posts
Piatti pronti per dieta: come dimagrire senza stress
23 ottobre 2018
Dieta per obesità: come riuscire a dimagrire?
19 ottobre 2018
Dieta a Roma: i migliori professionisti e servizi
10 ottobre 2018