Ricette & Ingredienti

Ricette di Comfort Food. Il cibo salutare che fa bene all’umore.

Comfort food in famiglia

Il comfort food è il cibo che mette di buon umore, che consola nei momenti difficili, che trasmette emozioni ed evoca ricordi personali. Ecco perché si chiama cibo del conforto e perché ha un significato diverso per ognuno di noi. Ma perchè mangiare alcuni cibi ci rende felici e come possiamo non rinunciare al comfort food pur seguendo un’alimentazione sana?

Il comfort food è soggettivo

Per alcuni il comfort food  potrebbe essere un piatto che cucinava la mamma da piccoli o che riporta con la memoria a momenti felici del passato. Per altri il cibo del conforto può essere un piatto caldo e cremoso da mangiare in una giornata d’inverno, per altri ancora un cibo “divertente” da mangiare in compagnia, come le patatine o il gelato direttamente dalla vaschetta.

La pizza è un comfort food
Il comfort food si mangia spesso in compagnia

Insomma, tutto ciò che ci fa bene all’umore può essere definito come comfort food, che in generale è cibo molto goloso, ricco di grassi, sale o zuccheri. Infatti, i comfort food più famosi in tutto il mondo sono piatti ipercalorici come pizza, cioccolato, gelato, patatine, lasagne e altri tipi di pasta che per effetto dei carboidrati portano un piacevole senso di appagamento. Insomma, sembrerebbe che il comfort food sia proibito se si vuole seguire un’alimentazione salutare.

In realtà, non è necessario rinunciare ai cibi che ci rendono felici per mangiare sano, infatti sono gli esperti a dirci che una delle chiavi per mantenersi motivati durante una dieta è concederci qualche “sgarro” senza esagerare e continuare a mangiare i cibi che ci piacciono, solo più moderatamente. In più, essendo i comfort food qualcosa di molto soggettivo, non è detto che tutti trovino conforto nel cibo ipercalorico.

Idee di comfort food light
Comfort food colorato e salutare

Consolarsi mangiando sano

Mangiare è un vero piacere e mangiare sano deve esserlo ancora di più, solo così si può sostenere un regime alimentare corretto e si può rimanere motivati a continuare con la dieta. Per questo non bisogna eliminare totalmente i nostri cibi preferiti, ma solo avere qualche accortezza in più. Per esempio, si possono limitare le quantità o decidere di concedersi determinati cibi solo in occasioni importanti.

Un’altra strategia per non rinunciare ai sapori che più ci piacciono senza mettere in pericolo il nostro percorso di dieta è optare per versioni più salutari dei nostri comfort food, abbinando i nostri ingredienti preferiti in ricette healthy. 

Le ricette sane dei comfort food che più amiamo

1.Spaghetti & meatballs è uno dei comfort food più amati a livello internazionale. La pasta è già di per sé un cibo che mette di buon umore perchè sa di famiglia, di casa e i carboidrati danno un senso di appagamento particolare. Ma come rendere questo piatto americano più affine alla tradizione italiana e ai principi della dieta equilibrata? La nostra risposta in versione healthy food sono gli Spaghetti Mediterranei con Polpettine di Verdure: pasta integrale al pomodoro e tante verdure che nella forma tipica delle meatballs risultano golose e divertenti.

Spaghetti al pomodoro e meatballs salutari
Spaghetti

2. Hamburger e patatine sono i serial killer della dieta: così golosi che è difficile non esagerare. Perché allora non optare per una versione vegetale del burger, senza rinunciare al gusto della carne? Beyond Burger è ormai la star del nostro menù, è ricco di proteine e fa bene all’ambiente perché è a base vegetale. Abbinalo con verdure o cereali integrali per un piatto del conforto senza sensi di colpa.

3. Pasta fresca. Lasagne, tagliatelle e ravioli sono tutti piatti che sanno di tradizione e sono capaci di scaldare il cuore quando si avvicina l’inverno. La pasta fresca, dicono gli esperti, non è necessario eliminarla completamente dalla dieta, ma basta limitarla alle porzioni giornaliere consigliate. Per quanto riguarda le golose ricette che includono la pasta all’uovo è possibile renderle più light prestando attenzione a quantità e condimenti. Abbinare le Tagliatelle con Gamberi e Zucchine è una strategia intelligente per avere un piatto bilanciato e completo di tutti i nutrienti, ma comunque goloso.

I ravioli
Ravioli e pasta fresca fatta a mano

4. I falafel sono polpettine di ceci dalla forma schiacciata tipici delle cucine mediorientali e sono uno dei comfort food vegani più amati negli Stati Uniti. La ricetta originale prevede che siano fritti, ma si possono trovare facilmente versioni light dei falafel, per gustare questo comfort food divertente anche a dieta. Noi amiamo i Falafel di Ceci abbinati a cous cous integrale e verdure colorate per creare un piatto dal sapore esotico bilanciato, con proteine, carboidrati e fibre.

Falafel ricetta mediorientale salutare
Falafel

5. I Chocolate Chips Cookies sono un immancabile comfort food dolce. Pasta frolla fragrante e gocce di cioccolato che si sciolgono in bocca non possono che mettere il buon umore. Inutile dirlo, la versione originale, per quanto poco light, resta inimitabile quindi abbiamo pensato di giocarci così il nostro “sgarro”. Per Halloween ci godremo dolcetti e tentazioni zuccherose per poi tornare in pista più motivati che mai dalle ricette salutari e invitanti del menù di Nutribees.

Ricette & Ingredienti

Frutta e verdura di stagione. Cosa mangiare in autunno.

Verdura in autunno

Si dice che quando andiamo a fare la spesa sarebbe meglio scegliere prodotti freschi seguendo la stagionalità. Ma perché è preferibile mangiare frutta e verdura di stagione? Ecco 4 buoni motivi per scegliere prodotti di stagione e qualche consiglio su quali ingredienti non possono mancare nella tua cucina a ottobre.

1. I prodotti di stagione sono più salutari

Come affermano gli esperti di prevenzione della Fondazione Veronesi, consumare frutta e verdura in base alla stagionalità garantisce che tutti i nutrienti contenuti nei prodotti di origine vegetale siano intatti. Come chiarisce la piramide alimentare, consumare quotidianamente la giusta quantità di frutta e verdura è importante per avere il giusto apporto di fibre, vitamine e altri nutrienti fondamentali per il nostro benessere. Le proprietà benefiche di frutta e ortaggi, però, sono ancora maggiori se si segue la loro naturale stagionalità.

Autunno e felicità
La natura d’autunno

2. Frutta e verdura di stagione sono più gustose.

Oltre a mantenere meglio le proprietà nutritive, i prodotti di stagione sono anche più buoni. La frutta e la verdura locale, che non necessita di sostanze per maturare o di compiere lunghi viaggi per arrivare sulle nostre tavole, è semplicemente più gustosa.

Farci guidare dalla stagionalità dei prodotti per scegliere quali vegetali acquistare ci permetterà di gustare ogni mese prodotti diversi e sicuramente gustosi, con la possibilità di scegliere sempre ingredienti locali.

3. I prodotti di stagione sono più economici.

Tutti i costi che comporta reperire e trasportare i vegetali da lontano fanno aumentare il prezzo del prodotto che acquistiamo. Scegliere frutta e verdura di stagione è quindi il modo giusto per avere maggiore sicurezza di mangiare prodotti naturali, più gustosi e al giusto prezzo.

4. Mangiare di stagione fa bene al pianeta.

Coltivare ogni tipo di prodotto vegetale tutto l’anno, non rispettando il loro naturale ciclo di maturazione, ha un impatto ambientale fortissimo. Coltivare frutti e ortaggi nelle serre richiede una grande quantità di energia, necessaria per riscaldarle e illuminarle. Inoltre, i mezzi utilizzati per trasportare frutta e verdura per lunghe distanze contribuiscono alle emissioni di CO2. Infine, i pesticidi e fertilizzanti usati per agire sul processo di maturazione dei prodotti vegetali sono possibili inquinanti del suolo e delle acque.

Amore per il pianeta
Fa bene al pianeta

La frutta e verdura di stagione da comprare a ottobre.

Mangiare di stagione è semplice, economico e gustoso oltre a fare bene alla salute. Aggiungere frutta e verdura di stagione ai pasti permette di variare la nostra alimentazione e spaziare tra tante ricette diverse e gustose, che ci fanno venire voglia di primavera, estate, autunno e inverno. Cosa c’è di meglio che assaporare il passaggio dall’estate all’autunno con zuppe di lenticchie e fagioli calde e avvolgenti?

Ecco perchè noi di NutriBees cerchiamo di includere nei menù autunnali le delizie che questi mesi ci offrono. Tra i nostri piatti trovi tanti legumi e verdure scelte per farti gustare tutti i sapori di questi mesi autunnali.

Durante il mese di ottobre la natura ci offre una lista lunghissima di prelibatezze che dichiarano la fine dell’estate e annunciano i primi freddi. Ecco gli ingredienti che sanno di autunno che amiamo di più.

fungi porcini
I Funghi

I funghi

Quando pensiamo ai cibi autunnali non possono mancare i funghi, un cibo salutare con diverse proprietà benefiche.

Innanzitutto i funghi hanno poche calorie, infatti sono poveri di grassi e ricchi d’acqua, il che li rende ottimi da includere in diete per perdere peso. In più si consiglia di mangiare i funghi nel periodo che segna il passaggio dall’estate all’autunno perchè contengono selenio, che rafforza il sistema immunitario nel periodo in cui siamo più vulnerabili con i primi freddi.

Oltre alle loro proprietà benefiche i funghi sono buoni! A noi piacciono nei tipici piatti autunnali, con sughi caldi, magari abbinati a una pasta fresca come le Mezzelune Funghi e Tartufo: cremosa pasta ripiena che ti scalda il cuore nelle giornate di pioggia.

Il Cavolo

Il cavolo

Il cavolfiore fa parte della famiglia delle verdure crucifere, note per le loro proprietà. Diversi studi, infatti, hanno evidenziato una connessione tra il consumo di questo tipo di verdure e la riduzione del rischio di cancro all’apparato digerente. Infatti, il solforafano contenuto nel cavolfiore fa all’organismo e per mantenere le sue proprietà si consiglia di cucinarlo velocemente, lasciandolo croccante. Ecco perché per il nostro menù abbiamo pensato al Salmone con Cavolo Croccante e Riso Basmati Integrale.

I ceci

Tra i legumi più amati dell’autunno ci sono i ceci, che si consiglia di abbinare con cereali integrali per un’azione benefica per la salute. Le proprietà dei legumi unite a quelle dei cereali integrali, come il riso integrale o il farro, hanno un effetto di prevenzione contro malattie croniche, alcuni tipi di tumori e malattie al cuore.

Per un piatto bilanciato e salutare noi abbiamo unito le caratteristiche salutari di ceci e riso integrale con quelle delle verdure crucifere, cavoli e broccoli, e degli spinaci in un colorato piatto vegetariano: Gran Verdure con Riso Selvaggio e Ceci Saltati.

Bowl vegetariana
Gran Verdure con Riso Selvaggio e Ceci Saltati

Le lenticchie

Essendo legumi, le lenticchie sono un’ottima fonte di proteine vegetali e aiutano a raggiungere il fabbisogno proteico giornaliero evitando carne rossa e altri alimenti ricchi di colesterolo.

Molti amano i legumi nelle zuppe e nei passati di verdura, noi proponiamo una ricetta con le lenticchie divertente e sfiziosa: Miniburger di Barbabietola e Lenticchie con Finocchi al Sesamo.

Ricette con la zucca
La Zucca

La zucca

Uno degli ingredienti autunnali più amati di cui noi non possiamo proprio fare a meno: colorata, dolce e piena di nutrienti salutari. La zucca, come la carota, è ricca di betacarotene, che fa bene agli occhi e alla pelle. In più la zucca ha poche calorie ed è un ottimo protagonista per la cena perchè facilita il rilassamento prima di dormire.

La nostra idea di cena perfetta? Tagliata di Pollo al Rosmarino con Cubetti di Zucca, a cui abbiamo aggiunto il riso integrale per un piatto perfettamente bilanciato.

Noi di NutriBees mettiamo la salute e il gusto al primo posto quando ideiamo il nostro menù, scegliendo gli ingredienti migliori e inserendo ricette sempre nuove per non farti stancare mai di mangiare sano ed equilibrato.

Lifestyle, Trends

Giornata Mondiale dell’Alimentazione (GMA) 2019.

Giornata Mondiale dell'Alimentazione

Ogni anno il 16 ottobre si celebra la Giornata Mondiale dell’Alimentazione e l’anniversario della fondazione della FAO (L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura). Questa giornata mondiale, chiamata anche World Food Day, è una delle più importanti del calendario dell’ONU, in onore della quale ognuno dei 150 Paesi delle Nazioni Unite organizza proposte per richiamare l’attenzione sull’obiettivo #FAMEZERO.

“Le nostre azioni sono il nostro futuro. Un’alimentazione sana per un mondo #famezero”

Questo è l’appello della FAO nella Giornata Mondiale dell’Alimentazione per attirare l’attenzione sul tema della scorretta alimentazione. L’obiettivo #FAMEZERO infatti, non consiste solo nella lotta contro la fame nelle regioni sottosviluppate del mondo ma comprende anche la diffusione di una sana alimentazione nei Paesi sviluppati.

Cucinare per mangiare sano
Cucinare ricette sane

Il problema dell’alimentazione oggi

I fenomeni della globalizzazione, dell’urbanizzazione e l’aumento dei redditi nei Paesi sviluppati hanno cambiato il nostro modo di mangiare. Infatti, oggi si sono affermate nuove abitudini alimentari poco bilanciate che non riescono a fornirci la giusta quantità di nutrienti necessari per la nostra salute.

La dieta dei nostri nonni e bisnonni era composta da cibi poco raffinati, come riso e farine integrali, naturalmente ricchi di fibre. Si consumavano solo frutta e verdura di stagione e molti più semi e frutta secca, che sono un’ottima fonte di energia e grassi “buoni”. Inoltre, si cucinava quotidianamente e i pasti venivano consumati attorno al tavolo, in compagnia di tutta la famiglia.

Mandorle e anacardi fonte di grassi buoni
Mandorle e anacardi fonte di grassi buoni

Con il cambiamento degli stili di vita sempre più frenetici e la nascita dei fast food, si è persa la buona abitudine di cucinare a casa tutti i giorni, con ingredienti locali e genuini. Inoltre, si è ridotto il tempo dedicato al pasto, che viene sempre più spesso consumato in solitudine e di fretta.

In linea con lo stile di vita contemporaneo anche la preparazione del pasto è spesso ridotta al minor tempo possibile. Si privilegiano dunque gli alimenti confezionati, altamente raffinati, e si riduce il consumo di ingredienti freschi che conservano i propri nutrienti ma richiedono una preparazione più lunga.

Il risultato di questo cambiamento è stata la diffusione di una dieta poco bilanciata, ricca di zuccheri, cereali raffinati, sale e grassi, e abitudini alimentari poco equilibrate, con un consumo eccessivo di carne e cibi di origine animale. Tali abitudini, unite allo stile di vita sedentario sempre più diffuso, hanno portato a una crescita dei tassi di obesità sia nei Paesi sviluppati, sia nei Paesi a basso reddito, dove l’obesità e la fame sono problemi che convivono. Proprio questo si intende per malnutrizione e dieta scorretta, ovvero i focus della Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2019.

Una dieta corretta

Il problema della diffusa dieta scorretta è che si ingeriscono quantità di cibo maggiori rispetto a quelle che il nostro corpo richiede, ma si soffre comunque di importanti deficit alimentari. Le vitamine e le fibre, per esempio, si perdono facilmente nel processo di raffinazione dei cibi, ecco perché gli alimenti di origine industriale non forniscono il giusto apporto di nutrienti al nostro organismo, nonostante si mangi molto.

Fast food e dieta scorretta
Fast food

Al contrario, una dieta corretta deve comprendere alimenti più nutrienti e sicuri, consumati in quantità minore. Un’alimentazione sana, infatti, deve essere varia e seguire le direttive generali che ci fornisce la piramide alimentare, tra cui troviamo:

-consumare quotidianamente di frutta e verdura;

-privilegiare proteine e grassi di origine vegetale, come quelli nei legumi, nell’olio d’oliva e nella frutta secca;

-scegliere cereali integrali e amidi poco raffinati, come il riso integrale;

-ridurre gli alimenti ricchi di grassi, zucchero e sale, come dolci e fast food, che andrebbero consumati al massimo una volta al mese.

La promozione della dieta corretta con l’aiuto di tutti i settori è l’obiettivo della Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2019.

Piramide alimentare per dieta corretta
La piramide alimentare

Cosa fa NutriBees

NutriBees sa bene quanto sia importante assumere con il cibo tutti i nutrienti necessari per il nostro benessere e per darci l’energia a di condurre uno stile di vita attivo. Per questo collaboriamo con esperti di nutrizione per pensare ricette bilanciate, sane e complete di tutti i nutrienti.

Riso rosso integrale per dieta sana
Riso rosso integrale

Sappiamo anche che lo stile di vita contemporaneo è frenetico e che non tutti hanno il tempo di prepararsi quotidianamente piatti equilibrati, fatti di ingredienti freschi per fare il pieno di fibre, vitamine e tutti i nutrienti di cui l’organismo ha bisogno. Ecco perchè abbiamo pensato a un servizio che dia a tutti la possibilità di mangiare sano, equilibrato e in poco tempo. Agiamo concretamente per promuovere uno stile di alimentazione più sano con:

-piatti completi con tutti i macro-nutrienti: proteine, carboidrati, grassi e fibre;

-ingredienti freschi, conservati in atmosfera protetta per mantenere la bontà e i nutrienti intatti e permettere la conservazione in frigo fino a 20 giorni;

-un menù con ricette sempre nuove, così mangiare sano non sarà un sacrificio ma un piacere da scoprire;

Riso alla menta per dieta corretta
Riso alla menta con piselli e pinoli

-piatti ideati per incontrare le esigenze di tutti, grazie al test nutrizionale che ci aiuta a offrirti le migliori ricette in base ai diversi stili alimentari e a eventuali intolleranze.

-promozione di un’alimentazione equilibrata e varia

-spedizione in tutta Italia.

Pensiamo ogni giorno a offrirti una cucina bilanciata e piatti che facciano sentire bene, così che gli impegni quotidiani non siano un ostacolo al tuo benessere. E alla fine avrai più tempo per fare ciò che ami.

Health & Wellness

Intervista al Biologo Nutrizionista Lorenzo Ambrosini

Proseguiamo la nostra serie di interviste per conoscere meglio alcuni tra i migliori nutrizionisti, dietisti e dietologi della nostra penisola intervistando il Biologo Nutrizionista Lorenzo Ambrosini di San Benedetto del Tronto. Scopriamo insieme cosa ama maggiormente del suo lavoro, le principali difficoltà, i suoi consigli per una sana alimentazione e come prenotare una visita presso il suo studio.

Se prima di procedere con la lettura dell’articolo voleste avere un primo feedback rapido e divertente sulla vostra attuale alimentazione vi ricordiamo il nostro test nutrizionale gratuito online.

Buongiorno Dottor Ambrosini, si presenti in poche righe ai nostri lettori

Sono un Biologo Nutrizionista che lavora nel campo della Nutrizione Sportiva. Credo nella Scienza e nella Semplicità. Pratico un approccio integrato che coniuga alimentazione e attività fisica per raggiungere obiettivi solidi e duraturi a lungo termine.

Cosa le piace di più del suo lavoro?

Vedere le persone trasformare il proprio corpo e la propria vita con poche semplici regole, senza farmaci, senza integratori e senza spendere una fortuna.

Qual è la più grande difficoltà che incontra con i suoi pazienti?

Cambiare le convinzioni sulla dietologia radicate nella mentalità collettiva che non hanno nessun fondamento scientifico (mangiare 5/6 pasti al giorno, le uova fanno male al colesterolo, la frutta dopo i pasti ingrassa e molti, molti altri).

Ha una ricetta preferita? Perché? 

Pancakes proteici: una ricetta rapida, sana e buona per una colazione al massimo!

Quale cibo (o categoria di cibo)  viene troppo spesso sottovalutato dai suoi pazienti?

Le uova.

Quale cibo (o categoria di cibo)  viene troppo spesso sopravvalutato?

I prodotti integrali (non fanno dimagrire!).

Tre consigli per seguire una sana alimentazione

  1. Pochissimi cibi confezionati (biscotti, succhi di frutta, crakers, ecc)
  2. Tantissima verdura e frutta
  3. Il giusto apporto di proteine e grassi, dosando i carboidrati in base al proprio livello di attività

Dati, orari, luoghi per contattarti e/o prenotare una visita.

Dott. Lorenzo Ambrosini
Biologo Nutrizionista
HERAKLES Nutrizione clinica e sportiva (San Benedetto del Tronto (AP) – Roma)
320 60 43 279
info@nutrizione-herakles.it
www.nutrizione-herakles.it

facebook.com/nutrizionistasportsanbenedetto 

Health & Wellness

Calcoli alla colecisti: cosa mangiare e cosa evitare

Oggi la redazione di NutriBees ha chiesto al Medico Nutrizionista Stefania Velitti di Roma di dare qualche consiglio su cosa mangiare e quale dieta seguire nel caso in cui si soffrisse di calcoli alla colecisti. Scopriamo cosa ci ha detto e quale tipo di alimentazione è più corretta in questi casi.

I calcoli della colecisti sono formati nella maggiorate dei casi da colesterolo e la colica biliare è causata dai calcoli che attraversano la via biliare, evento che avviene quando la colecisti si contrae. Gli alimenti che la fanno contrarre sono gli alimenti ricchi di grassi saturi. Quindi la prima cosa che consiglio a chi soffre di questa patologia è di eliminare tutti i grassi animali dalla dieta. 

Sicuramente non ne beneficerà solamente la colecisti, ma anche il nostro stato di salute generale.

Quindi primo passo è fare a meno di carne (di ogni tipo), uova e formaggi. In questo modo è possibile che ci sia un riassorbimento dei calcoli ed evitiamo una contrazione eccessiva della colecisti che potrebbe provocare la colica.

Le proteine animali vengono sostituite con quelle vegetali. Con un valore biologico in alcuni casi identico a quello della carne. Quindi inseriamo gradualmente i legumi e i suoi derivati, come ad esempio polpette, burger, ragù, farine ecc. Anche latte e yogurt di soia, quinoa, frutta secca e semi oleaginosi sono un’ottima fonte di proteine.

Ricordiamo inoltre che alla base dell’alimentazione vegana, come di quella carnivora, ci sono i carboidrati complessi, preferibilmente integrali, anche questi fonte di proteine e che anche le verdure ne contengono. Appare chiaro come sia praticamente impossibile correre il rischio di introdurne troppo poche.

Il condimento raccomandato è l’olio extravergine di oliva, meglio se utilizzato a crudo.

Consiglio inoltre una integrazione con probiotici, visto che la flora intestinale aiuta ad assorbire i sali biliari.

L’obesita è un fattore di rischio per la calcolosi della colecisti, quindi passare ad una dieta vegana risolverebbe anche questo problema, poiché l’elevata quantità di fibre aiuta a raggiungere prima il senso di sazietà, a ridurre le calorie ingerite e quindi a perdere peso in modo sano.

Contatti

La dottoressa Velitti attualmente vive all’estero, ma per chi volesse contattarla può farlo (via skype, whatsapp e email) all’indirizzo velittistefania@yahoo.it per consulenze e piani dietetici online.

Se invece foste interessati a piatti che sono adatti a chi soffre di colecisti, NutriBees è il servizio che fa per voi. Il nostro menù è composto da piatti studiati con nutrizionisti e realizzati dai nostri chef e presenta alimenti ad hoc per ogni tipo di regime alimentare. Cliccate qui e scoprite cosa abbiamo da offrirvi!

Health & Wellness, Ricette & Ingredienti

Ricette orientali light. I piatti asiatici salutari perfetti anche a dieta.

Bacchette Cucina Cinese

Ecco le 5 ricette orientali salutari che più amiamo e che amerai anche tu!

Quando si parla di ristorante asiatico si pensa spesso ad abbuffate di sushi, tanto fritto e stomaco appesantito. Non il massimo per chi sta seguendo una dieta e vuole restare in forma. Ma è davvero necessario rinunciare alla cucina orientale per seguire un’alimentazione sana?

Molte ricette orientali, in realtà, includono cibi ricchi di fibre, vitamine e ferro come certi tipi di verdura, frutta secca e legumi. Al contrario si trovano raramente la carne rossa e i formaggi, che vengono sostituiti spesso dal pesce o proteine vegetali, migliori per la salute.

Udon ricetta asiatica salutare
Udon di Nutribees

Ma come puoi riconoscere i piatti “light” della cucina orientale nel menù del tuo ristorante preferito?

Qui troverai i 5 motivi per cui dovresti includere piatti asiatici nella tua dieta, con qualche suggerimento di ricette sane e leggere, per poter gustare i sapori dell’Asia senza sgarrare.

1. Piatti bilanciati con tutti i nutrienti

La base per un’alimentazione sana ed equilibrata è includere in ogni pasto tutti i nutrienti necessari per il nostro organismo. La base per molte ricette orientali prevede la presenza di un cereale come il riso, una fonte di proteine, spesso pesce o carne bianca, e tanta verdura condita con olii di origine vegetale. Per esempio, il Pollo alle Mandorle con Verdure Saltate, famosa ricetta cinese, è un piatto gustoso e salutare della cucina asiatica.

Sushi light e salutare
Roll di Sushi

2. Ingredienti ipocalorici e con proprietà benefiche

 Un’altra cucina ricca di ricette orientali light è quella giapponese. Nei suoi piatti troviamo tanto pesce fresco, spesso crudo, che è ricco di Omega 3 e ottimo sostituto della carne rossa per la salute del cuore. Inoltre, le alghe, protagoniste del sushi insieme a pesce e riso, hanno proprietà benefiche per l’organismo. Infatti le alghe sono un’ottima fonte vegetale di proteine, grassi “buoni”, vitamine e sali minerali e sono considerate un “superfood” per i loro effetti benefici sulla salute.

3. Cottura leggera

La tipica vaporiera bamboo è un simbolo della cucina orientale e permette di cuocere i cibi in modo leggero, mantenendo tutte le proprietà nutritive. Un altro strumento ideale per cucinare piatti light è il wok, un tegame usato per preparare ricette orientali tradizionali come il pad thai. Nel wok vengono solitamente saltate le verdure, che rimangono croccanti senza bisogno di aggiungere grassi. Noi di Nutribees le amiamo abbinate agli Udon, gli spaghettini giapponesi, con salsa Teriyaki, Anacardi ed Edamame. Da provare!

4. Tanti piatti vegetariani e vegani

Le ricette orientali offrono gustosi spunti per piatti vegetariani e vegani. Infatti, secondo la dieta asiatica gli alimenti da consumare ogni giorno sono cereali, ortaggi e frutta. La cucina indiana, in particolare, include una enorme varietà di piatti “veg”, come il Daal, una zuppa di lenticchie con la curcuma, i cui effetti benefici sono ben noti.

5. Piatti semplici da preparare

 Solitamente soddisfiamo la nostra voglia di sapori e ricette orientali cercando ristoranti orientali, cinesi o giapponesi. Tuttavia molti piatti della tradizione asiatica sono semplici e veloci da preparare anche a casa. Così si possono facilmente controllare le calorie e non esagerare con i condimenti. Se invece la cucina non è il tuo forte o hai poco tempo, dai un’occhiata ai piatti di Nutribees. Questo mese puoi includere nel tuo menù personalizzato due gustose ricette orientali light.

Wok per ricette light
Wok Thailandese

Oltre a poter scegliere tra le tante ricette salutari che le cucine orientali offrono, ecco qualche suggerimento in più per seguire una dieta sana senza rinunciare al ristorante asiatico.

  • Mangia con le bacchette. In questo modo prenderai bocconi più piccoli e mangerai più lentamente, così ti sentirai sazio prima e non cadrai nella tentazione dell’abbuffata.
  • Ordina una zuppa. Un’usanza tipica orientale è iniziare il pasto con una zuppa. La zuppa di miso, per esempio, è un antipasto tipico per una cena giapponese che placherà il senso di fame senza appesantirti.
  • Evita i fritti e chiedi i condimenti a parte. Non tutte le ricette orientali sono così leggere! Cerca di scegliere piatti light e semplici, aiutandoti con i nostri suggerimenti. Limitando i condimenti poi potrai rendere il piatto più leggero e assumere meno sale e calorie.

Ti abbiamo fatto venire l’acquolina in bocca? Puoi scoprire subito due ricette orientali light nostro shop e gustare i sapori dell’Asia in piatti sani e bilanciati.

Health & Wellness

Dieta e diverticoli: cosa mangiare e cosa evitare

Oggi il la redazione di NutriBees ha chiesto alla Dott.ssa Agostina Iannicelli, Biologa Nutrizionista, di darci qualche consiglio in ambito di dieta e diverticoli. Scopriamo cosa ci ha detto e quale tipo di alimentazione è più corretta in questi casi.

Diverticolosi e diverticolite

I diverticoli sono delle estroflessioni che si trovano nella parete del colon; si manifestano più frequentemente nel tratto del colon denominato sigma (la zona che precede il retto) e di per sé non rappresentano una patologia ma un’alterazione anatomica.

Si parla di diverticolosi per intendere la presenza di diverticoli nel colon non associati a infiammazione né ad altri sintomi. Questa condizione interessa almeno il 10% della popolazione dopo i 40 anni; colpisce invece metà della popolazione over 60. Quando invece i diverticoli sono infiammati si manifestano sintomi più o meno dolorosi e si instaura la diverticolite. La diverticolite è più rara e interessa il 2-3% di chi è affetto da diverticoli e in genere si manifesta in forma acuta.

Le complicanze della malattia diverticolare del colon sono più frequenti nelle persone che fumano, sono obese o usano i FANS. Le complicanze si verificano nel 15-20% dei pazienti e comprendono il sanguinamento diverticolare o la colite segmentaria associata a malattia diverticolare.

I diverticoli asintomatici sono spesso rilevati accidentalmente durante una colonscopia, un’endoscopia capsulare, un clisma opaco, una TC o una RM.

A seconda della gravità con cui si manifestano i sintomi della diverticolite, ci possono essere diversi tipi di terapia da poter intraprendere.

In genere  verrà prescritto un ciclo di antibiotici per contrastare l’infezione creata dai batteri intestinali. Anche nella diverticolite la terapia antibiotica segue le linee guida generali adottate per l’assunzione di questa classe di farmaci: vanno assunti per un tempo limitato stabilito dal medico che li prescrive, senza interrompere l’assunzione prima del termine stabilito, a meno di indicazioni particolari. È consigliato anche assumere probiotici durante il ciclo di antibiotico, in modo da favorire il ripristino di una buona flora batterica intestinale. Oltre all’antibiotico, in caso di dolore, il medico può prescrivere un antidolorifico a base di paracetamolo. Fra i farmaci per diverticolite che possono essere prescritti con prudenza ci sono anche quelli ad azione antispastica intestinale, in caso si manifestino spasmi e dolori forti. Accanto ai farmaci, il riposo e la dieta sono una parte importante di una efficace terapia per la diverticolite.

Dieta e diverticoli

Il tipo di alimentazione ha molta influenza sullo sviluppo dei diverticoli. Cibi ricchi di grassi animali, raffinati e cosiddetti processati possono favorire la comparsa dei diverticoli e favorirne le complicanze al contrario di una alimentazione ricca in fibre.

L’alimentazione per i diverticoli più indicata è quella che prevede una buona e adeguata fonte di fibre. Queste si trovano in frutta, verdura e cereali “integri”, cioè non raffinati. I cereali consigliati sono il riso, mais, quinoa, miglio, sorgo  essendo ricchi di fibre “buone”.

Anche rimanere adeguatamente idratati è importante; l’acqua o le tisane naturali senza aggiunta di zuccheri, aiutano la digestione e favoriscono il transito intestinale. Con i diverticoli, i cibi da evitare sono: i fritti e quelli ricchi di grassi animali, le carni rosse o processate, come gli insaccati. Gli zuccheri e le bevande zuccherate vanno limitati il più possibile. Moderare al massimo le spezie piccanti, che potrebbero aumentare l’infiammazione; stesso discorso per il cacao, il cioccolato e il caffè. I legumi possono essere assunti saltuariamente, ma è consigliabile passarli in modo che siano meglio digeribili o consumare i legumi decorticati.

Nel caso in cui i diverticoli sono infiammati, oltre ai suggerimenti appena citati, è bene evitare latte, latticini e derivati. Anche la frutta con i semi va limitata (fragole, kiwi, frutti di bosco), le solanacee e gli ortaggi che infiammano le mucose intestinali (pomodori, patate, melanzane, peperoni) così come le verdure molto fibrose, come sedano, finocchi, iceberg e crucifere possono creare ulteriori disturbi.

La dieta consigliata per la diverticolite acuta dovrebbe essere prevalentemente liquida o semiliquida, senza fibre. Si tratta, ovviamente, di misure drastiche legate alla gravità della situazione, che è bene seguire sotto il consiglio di uno specialista dell’alimentazione per evitare stati carenziali o complicanze.

Contatti

Questi sono i contatti della Dott.ssa Iannicelli per chi fosse interessato a ricevere un suo consulto:

www.dna-milano.it

02 27078532

info@dna-milano.it

www.dna-milano.it

Se invece foste interessati a piatti già pronti per una dieta che limiti lo sviluppo di diverticoli, NutriBees è il servizio che fa per voi. Il nostro menù è composto da piatti studiati con nutrizionisti e realizzati dai nostri chef. Cliccate qui e scoprite cosa abbiamo da offrirvi!

Health & Wellness

Pausa pranzo in ufficio: 5 consigli per una sana alimentazione

Cosa mangiare in pausa pranzo in ufficio può essere un vero e proprio problema, specialmente se vuoi seguire una sana alimentazione e stai cercando di dimagrire.

Il pranzo è uno dei pasti più importanti della giornata, reintegra i nutrienti che hai speso durante la mattinata e ti fornisce energie per affrontare al meglio il pomeriggio.

È importante che il tuo pranzo in ufficio sia nutriente e bilanciato, ma soprattutto leggero e digeribile per evitare appesantimenti e assicurarti un pomeriggio produttivo.

Dove andare a mangiare in pausa pranzo

A meno che tu non usufruisca di un servizio mensa aziendale, dovrai scegliere tra portarti il pranzo da casa o andare a mangiare in qualche ristorante, bar o tavola calda nelle vicinanze del tuo ufficio. La prima è sicuramente l’opzione che ti consigliamo maggiorante perché:

  • Pranzare al bar o al ristorante tutti i giorni è poco sostenibile sia da un punto di vista economico che di salute. Generalmente pranzare al ristorante costa molto e non hai nessun controllo su ingredienti, quantità e condimenti dei piatti.
  • Rispettare la tua dieta mangiando tutti i giorni al ristorante è un’impresa praticamente impossibile. Le porzioni sono generalmente più abbondanti e ovviamente finirai per mangiare tutto…
  • Uscire dal tuo ufficio per la pausa pranzo può essere un problema. Magari preferiresti passare la tua pausa pranzo rilassandoti in compagnia dei tuoi colleghi piuttosto che spostarti per andare a mangiare.

Cosa mangiare in pausa pranzo: 5 consigli per una sana alimentazione in ufficio

1. NON SALTARE I PASTI

Uno dei consigli che viene dato più spesso dai nutrizionisti è quello di consumare pasti regolari mangiando poco, ma spesso. Questo aiuta ad avere le giuste energie durante tutto l’arco della giornata e a tenere sotto controllo il proprio appetito evitando abbuffate e sgarri.

Una condizione essenziale affinché questa tattica funzioni è quella di non saltare i pasti, specialmente la colazione. Saltando i pasti infatti è molto probabile che il tuo appetito aumenti per quelli successivi. Risultato? Nell’arco della giornata finirai per introdurre più calorie di quante non ne avresti introdotte facendo più pasti.

2. PIATTO UNICO

Non è un mistero, noi siamo grandi sostenitori del piatto unico bilanciato perché raggruppa in un unico gustoso piatto tutto quello di cui hai bisogno:

  • una fonte di carboidrati come cereali integrali o quinoa
  • una fonte di proteine come carne bianca, pesce o legumi
  • una fonte di grassi buoni come olio extravergine d’oliva o frutta secca
  • verdura per fibre e vitamine.

Il piatto unico è un’ottima soluzione per il pranzo in ufficio anche perché è molto comodo da portare. Basta infatti una sola vaschetta ed il gioco è fatto!

3. STARE LEGGERI ED EVITARE CIBI PESANTI

Quante volte ti è capitato di riuscire a stento a tenere gli occhi aperti mentre una sensazione di torpore invadeva il tuo corpo? Anche noi combattiamo ogni giorno contro l’abbiocco post-pranzo ed una domanda che ci viene spesso posta è come evitarlo.

Facciamo una premessa, il sonno è dettato dai ritmi circadiani noti anche come “naturale orologio biologico” e dall’omeostasi del sonno ed è naturale che verso le 14 aumenti la voglia di sonno. Ma puoi sicuramente limitare sensazioni di stanchezza dopo pranzo evitando di mangiare troppo o di consumare cibi difficili da digerire (ad esempio cibi molto grassi).

4. PRENDERSI UNA PAUSA E MANGIARE CON CALMA

Che tu faccia un pranzo veloce o che ti sieda a mangiare in compagnia dei tuoi colleghi, ti consigliamo di consumare il tuo pasto con calma, masticando tanto e godendoti la tua pausa.

Nonostante i ritmi a lavoro possano essere spesso elevati, è importante che ti riservi il giusto tempo per consumare il tuo pranzo con calma. Un pranzo mangiato di fretta può causare problemi di digestione e fastidi intestinali lasciandoti di cattivo umore per il resto della giornata. Inoltre, può incidere negativamente sulla tua produttività.

Consumare i pasti con calma è estremamente importante per evitare di mangiare troppo ed ingrassare. Masticare a lungo il cibo è molto importante per digerire più facilmente e sentirci più sazi. La sazietà infatti è una sensazione psicologica che il cervello deve avere il tempo di elaborare.

5. TISANE e TE

Bere tisane e te durante la giornata è sicuramente un’ottima abitudine perché non solo ci aiuta a raggiungere i 1,5 litri d’acqua al giorno, ma anche a rilassarci e sentirci più sazi.

Tisane ed infusi possono essere bevuti caldi, tiepidi o freddi in base alle tue preferenze e puoi scegliere tra una quantità praticamente infinita di gusti. Le nostre tisane preferite sono limone e zenzero, menta e liquirizia, e finocchio dolce, BUONISSIME!

NutriBees: la soluzione che cercavi

Portarsi il pranzo da casa è sicuramente un’ottima soluzione per il tuo pranzo in ufficio: ti permette di risparmiare e di sapere esattamente cosa va nei tuoi pasti, controllandone ingredienti e quantità. Nonostante ciò, sappiamo che lavorando si ha spesso poco tempo da dedicare alla cucina, figuriamoci alla preparazione del pranzo per il giorno seguente. Questo generalmente risulta in pasti assemblati all’ultimo minuto, spesso molto semplici e a volte anche decisamente tristi, diciamocelo.

Anche per rispondere a quest’esigenza è nato NutriBees! Il nostro obiettivo è aiutare chi vuole seguire una sana alimentazione e mangiare bene, anche in pausa pranzo. Il tutto in modo semplice e veloce ovviamente!

I nostri piatti sono studiati insieme a nutrizionisti e garantiscono un adeguato apporto di proteine, carboidrati, fibre e grassi. Inoltre, il nostro menu include sempre piatti vegetariani e vegani. Questo fa si che i nostri piatti risultino adeguati a diversi tipi di regimi alimentari e diete.

Il nostro servizio è attivo su tutt’Italia, nessun comune escluso. Voi dovete solo dirci quali piatti del menù desiderate e i nostri chefs si metteranno all’opera per realizzare la vostra pietanza con la massima cura.

Già molti dei nostri utenti utilizzano NutriBees per la loro pausa pranzo in ufficio. Se sei curioso di sapere cosa li ha spinti a provarci e come si trovano con NutriBees, puoi consultare le interviste sul nostro blog o vedere le recensioni su Facebook.


NutriBees per Aziende

Abbiamo da poco lanciato le nostri soluzioni NutriBees per Aziende in modo da soddisfare le esigenze di piccole/medie imprese, ma anche di grandi aziende. Da forniture aziendali ad eventi educativi dedicati alla sana e corretta alimentazione, ti garantiremo massima flessibilità nella soluzione proposta con la possibilità di provare il servizio per un periodo limitato e poi decidere se proseguire o meno. Se volessi ricevere una offerta per tutto il tuo ufficio compila questo form in modo da poterti ricontattare con la proposta migliore per te.

COMPILA IL FORM

Health & Wellness

Intervista al Medico Nutrizionista Stefania Velitti

Oggi il team di NutriBees ha intervistato la Dott.ssa Stefania Velitti di Roma che ci ha aiutato a conoscere meglio la dieta vegetariana. Ecco a voi l’intervista.

Buongiorno Dottoressa Velitti, si presenti in poche righe ai nostri lettori

Sono un medico, specializzata in Geriatra. Durante la prima gravidanza ho capito l’importanza di approcciarsi alla vita in modo più naturale e ho ritenuto che la sana alimentazione fosse il passo fondamentale. Per questo ho conseguito il Master in Alimentazione e Dietetica Vegetariana.

Che cos’è la dieta vegetariana?

È una dieta che esclude dalla tavola carne e pesce. Ma la migliore scelta per la nostra salute, per la nostra etica e per l’ambiente è l’esclusione di tutti i cibi di origine animale, come formaggi, latte e uova, oltre a carne e pesce.

Che cosa si può mangiare nella dieta vegetariana?

La dieta basata su alimenti di origine vegetale è molto varia. Le proteine vegetali (cioè quelle che vanno a sostituire carne, pesce, latticini e uova) le troviamo nei legumi (soia, fagioli, lenticchie, ceci, fave, cicerchia…), nella frutta secca (noci, nocciole, mandorle, anacardi…), nei cereali integrali (quinoa, frumento, riso, farro, orzo, miglio, avena, mais…), nella verdura, nel tofu, nel seitan, nel miso, nel tempeh. Il calcio lo troviamo nei semi (in particolare in quelli di sesamo), nella frutta secca (soprattutto mandorle), nei legumi (di più nei ceci), ma anche nel latte vegetale con aggiunta di calcio e nel tofu. Di omega 3 sono ricche le noci, i semi e l’olio di lino.

Quali sono i pro e i contro della dieta vegetariana?

I contro della dieta vegetariana sono rispetto a quella vegana, cioè coloro che non consumano carne e pesce tendono a consumare tutti i giorni formaggi e uova, e spesso si trovano a combattere con elevati valori di colesterolo nel sangue. I contro di una dieta completamente a base vegetale sono quelli di possibili carenze qualora venisse impostata male. Ma abbiamo nella storia e nel mondo dello spettacolo e dello sport numerosi esempi di persone che seguono questo tipo di alimentazione e sono sani, attivi e di successo.

Come iniziare una dieta vegetariana?

Iniziamo cucinando più spesso i piatti a base vegetale che mangiamo abitualmente (per esempio pasta e legumi). Continuiamo preparando versioni vegetariane dei piatti che ci piacciono di più (aiutandoci con tofu, seitan e soia disidratata). Infine impariamo nuove ricette. All’inizio possono essere di aiuto i sostituti vegetali della carne (cotoletta di tofu, spezzatino di seitan, polpette di legumi, formaggi vegetali).

Come impostare una dieta vegetariana per dimagrire?

Quando eliminiamo tutti i prodotti di origine animale dalla nostra dieta si introducono un numero inferiore di calorie. Già questo aiuta senza troppa fatica a perdere peso. Cerchiamo di mangiare molta verdura ad inizio pasto, questo ci permette di raggiungere prima il senso di sazietà. Manteniamo un equilibrio dei macronutrienti introdotti, cioè non eliminiamo i carboidrati, perché sono fondamentali per bruciare calorie.

Dati, orari, luoghi per contattarti e/o prenotare una visita

Attualmente vivo all’estero e sono reperibile per consulenze e piani dietetici online (via skype, whatsapp e email) all’indirizzo velittistefania@yahoo.it


Health & Wellness

NutriBees per Aziende

NutriBees è il primo servizio in Italia che produce e consegna piatti pronti sani e bilanciati in abbonamento settimanale. I nostri piatti vengono prodotti con ingredienti di qualità e confezionati in atmosfera protettiva in modo da garantire una shelf-life di almeno 15 giorni in frigorifero ed essere subito pronti dopo solo qualche minuto in microonde.

Consulta il nostro ricco menù settimanale per avere un’idea della tipologia di ricette.

Uffici e Aziende

Hai mai pensato a quanto sia importante offrire ai tuoi collaboratori e/o ai tuoi dipendenti un pasto sano, leggero e veloce che non appesantisca dopo il pranzo e che aiuti a mantenere alte le prestazioni del team? 

Che tu sia il responsabile di una piccola/media impresa o il dipendente di una grande azienda, troveremo insieme a te la soluzione migliore per le tue esigenze. Da forniture aziendali a convenzioni ed eventi educativi dedicati alla sana e corretta alimentazione, ti garantiremo massima flessibilità nella soluzione proposta con la possibilità di provare il servizio per un periodo limitato e poi decidere se proseguire o meno.

Compila il Form per essere ricontattato e conoscere le nostre soluzioni per la tua azienda ovunque in Italia.

COMPILA IL FORM

Bar e Locali

Gestisci un bar o un locale? Vuoi offrire ai tuoi clienti qualcosa di diverso dal solito panino? Magari un piatto sano, gustoso e salutare che ti permetta di distinguerti dalla concorrenza? Un’alternativa flessibile e senza vincoli per soddisfare anche i clienti più esigenti?

Che tu sia il titolare di un bar, di una tavola calda o di un punto ristoro troveremo insieme a te la soluzione migliore per le tue esigenze in modo da ampliare il tuo menu ed offrire un servizio completo differenziandoti dagli altri locali presenti nella tua zona. Ti garantiremo massima flessibilità nella soluzione proposta con la possibilità di provare il servizio per un periodo limitato e poi decidere se proseguire o meno.

Compila il Form per essere ricontattato e conoscere le nostre soluzioni per il tuo bar ovunque in Italia.

COMPILA IL FORM

Palestre e centri sportivi

Sei il titolare/manager di una palestra o di un centro sportivo? Hai mai pensato di offrire un servizio più completo ai tuoi iscritti aiutandoli ad abbinare all’esercizio fisico anche una corretta alimentazione, il tutto in maniera facile e comoda?

Che tu sia titolare di una palestra, di un centro fitness, di una scuola di yoga, danza o nuoto troveremo insieme a te la soluzione migliore per i tuoi clienti in modo da offrire un servizio innovativo e differenziarti dalle altre strutture presenti nella tua zona. Ti garantiremo massima flessibilità nella soluzione proposta con la possibilità di provare il servizio per un periodo limitato e poi decidere se proseguire o meno.

Compila il Form per essere ricontattato e conoscere le nostre soluzioni per il tuo centro sportivo ovunque in Italia.

COMPILA IL FORM

In caso avessi qualche dubbio, non esitare a contattarci. La nostra mail è info@nutribees.com. In alternativa il nostro numero telefonico è: 3476348078 .

Siamo presenti in tutti i comuni italiani inclusi i seguenti

Roma / Milano / Napoli / Torino / Palermo / Genova / Bologna / Firenze / Bari / Venezia / Verona / Padova / Trieste / Brescia / Parma / Prato / Modena / Reggio nell’Emilia / Perugia / Ravenna / Livorno