Health & Wellness

Intervista alla nutrizionista specializzata in gravidanze Erica Mariani

erica mariani


Oggi il team di NutriBees ha intervistato la Dott.ssa Erica Mariani, biologa nutrizionista specializzata in nutrizione durante le gravidanze. Ecco a voi l’intervista.


Presentati in poche righe:

Ciao care lettrici, mi chiamo Erica Mariani e sono una biologa nutrizionista da un anno diventata anche mamma di uno splendido bimbo di nome Lorenzo. Ho vissuto per 28 anni a Roma dove ho fatto tutti i miei studi e da 3 anni sono diventata aquilana di adozione per seguire l’Amore. Qui a L’Aquila adesso esercito a tempo pieno in due poliambulatori medici e grazie al mio blog una nutrizionistaingravidanza.it, nato e sviluppato durante la mia splendida gravidanza, seguo a distanza giovani future mamme che mi contattano per essere seguite nutrizionalmente durante i loro 9 mesi di gravidanza.

Quali sono le linee guida che rispetti sempre nel tuo lavoro? 

3 punti sono fondamentali per me: il nuovo piano alimentare viene concordato con il paziente secondo le proprie abitudini alimentari e i propri impegni lavorativi. Questo perché per essere seguita al meglio la dieta deve entrare a far parte integrante della vita quotidiana della persona. Inoltre ogni pasto della giornata è completo e bilanciato: il pasto viene considerato un piatto unico nel quale sono presenti le giuste quantità di carboidrati, proteine, grassi e fibre. Infine alla fine di ogni percorso nutrizionale mi sento vincente se riesco a raggiungere due obiettivi: quello prefissato con il paziente ma soprattutto se riesco anche a trasmettere un poco del mio sapere a chi ho di fronte: l’educazione alimentare per me è davvero importante!

cibo a domicilio erica mariani


Come cambia il piano nutrizionale per una donna in gravidanza? E durante i vari mesi? 

Come ogni piano alimentare anche per le donne in gravidanza esso deve essere strettamente personalizzato secondo il proprio fabbisogno energetico. Inoltre bisogna sfatare un mito: la donna in gravidanza non deve assolutamente mangiare per due bensì deve mangiare due volte meglio. Sia perché durante la gravidanza la donna non deve solo nutrire se stessa ma deve trasmettere al feto tutti i macro e micronutrienti indispensabili per la sua crescita e sviluppo completo e sia per non incorrere nelle possibili patologie gestazionali pericolose per se stessa e per il bambino. Per questi motivi appena citati, il piano alimentare della donna in gravidanza è continuamente monitorato e viene generalmente suddiviso nei tre trimestri gestazionali: qui principalmente a cambiare è la quota proteica che gradualmente aumenta con la graduale crescita del feto.


Quali sono gli alimenti da eliminare e quelli da inserire o potenziare? 

Gli alimenti da evitare in gravidanza sono principalmente quelli che possono provocare disinfezioni alimentari e quindi quelli non igienicamente sicuri: alimenti crudi non lavati accuratamente, carni crude o poco cotte, uova crude o cibi che possono contenerle, cibi avariati o non conservati adeguatamente, pesci che vivono in acque poco pulite come i molluschi. Purtroppo contrarre infezioni alimentari in gravidanza è pericoloso per lo sviluppo del feto. Inoltre molto importante in gravidanza è astenersi assolutamente da alcol e fumo per evitare la pericolosa FASD, la sindrome fetoalcolica che colpisce il bambino esposto alle sostanze nocive di fumo e alcol durante la gravidanza.

Un’altra particolare attenzione è rivolta al pesce: il consumo di pesce è molto importante in gravidanza per integrare il corretto fabbisogno di EPA e DHA, ovvero acidi grassi essenziali per lo sviluppo visivo e neurale del feto ma attenzione alla scelta: bisogna evitare pesci di grandi dimensioni per il loro potenziale accumulo di mercurio e altri metalli pesanti e prediligere invece pesci piccoli e possibilmente locali. Se ciò risultasse difficile io consiglio il pesce surgelato che è controllato e pronto all’uso. Ovviamente da evitare quelli già conditi e ricchi di grassi. Infine io raccomando sempre una dieta molto varia ed equilibrata così da essere sicuri di introdurre tutti i micronutrienti essenziali. 

cibo a domicilio erica mariani


Sono necessari integrazioni? 

In accordo con il ginecologo andando avanti con la gravidanza è spesso consigliabile un’integrazione multivitaminica o in particolare di ferro per evitare stati di anemia gravidica. Questo perché la quantità di sangue e quindi di ferro in gravidanza aumenta e quindi il solo ferro introdotto con il cibo spesso non basta per soddisfare il fabbisogno in questo periodo così delicato. Alle mie pazienti però ricordo sempre che il ferro assorbito con il cibo ha una biodisponibilità molto maggiore rispetto a quello introdotto con una pasticca e quindi bisogna sempre impegnarsi ad assumere alimenti ricchi di ferro eme (da fonti animali) e non eme (da fonti vegetali) per mantenere i giusti valori di ferro e di altri minerali e vitamine. 

Un consiglio per le nostre future mamme? 

Stare attente a non prendere troppo peso in gravidanza è molto importante prima di tutto per evitare l’insorgenza di complicanze come la gestosi, il diabete gestazionale, iperuricemia e altro ancora che possono mettere in pericolo sia la mamma che il bimbo durante il parto ma anche per non accumulare chili di troppo difficili poi da mandar via. È vero che l’allattamento è molto dispendioso da un punto di vista energetico ed aiuta a perdere un po’ di peso ma tanti chili sono difficili da eliminare e il tempo a disposizione dopo la nascita di un bimbo è davvero poco quindi prevenire è sempre meglio che curare. Un consiglio sincero che vorrei dare è quindi quello di occupare il tempo a disposizione durante la gravidanza prendendosi cura di se stesse facendo una moderata attività fisica quotidiana (in accordo con il proprio ginecologo se la gravidanza risulta essere fisiologica) e stando attente ad alimentarsi nel modo corretto. Noi dopo il parto continueremo sempre ad essere prima di tutto donne e stare bene con se stesse aiuta a stare bene anche con chi ci sta intorno!


Contatti:

Chi di voi volesse contattarmi per una consulenza può farlo tramite la mia pagina Facebook “una nutrizionista in gravidanza” oppure tramite l’email del blog scrivimi@unanutrizionistaingravidanza.it.