Lifestyle

Ritorno in forma: intervista alla nutrizionista Silvana Izzo

nutrizionista silvana izzo

Come tornare in forma dopo le Feste: intervista alla nutrizionista Silvana Izzo

Oggi per la serie delle nostre interviste con i migliori professionisti della nutrizione di tutta Italia intervistiamo la nutrizionista Silvana Izzo che ci parlerà della sua professione e in particolare di come affrontare la dieta dopo le feste. Dopo aver letto questa breve intervista vi consigliamo di divertirvi con il nostro test nutrizionale gratuito e scoprire quali sono le vostre migliori e peggiori abitudini in ambito alimentare.

Buongiorno Dottoressa Izzo, grazie per aver accettato la nostra proposta di intervista: iniziamo con una breve introduzione per i nostri lettori!

Sono Biologa Nutrizionista Silvana Izzo e  ho conseguito la laurea triennale in Biologia Generale e Applicata e laurea magistrale con lode in Scienze dalla Nutrizione Umana alla Federico II di Napoli. Appassionata da subito all’interessantissimo mondo della nutrizione ho proseguito gli studi con un corso di perfezionamento in Alimentazione prodotti nutraceutici e Nutrizione Applicata e sono in continuo aggiornamento.

Cosa ama di più del suo lavoro la nutrizionista Silvana Izzo?

Sicuramente la fisiologia e alla biochimica che ci sono dietro mi hanno fatto innamorare della nutrizione e mi hanno spinto ad intraprendere questa carriera, ma la cosa più bella del mio lavoro è senza dubbio assistere alla trasformazione della qualità di vita dei pazienti che portano a termine con successo un percorso insieme a me. Sapere che il medico li ha trovati migliorati e che possono smettere di prendere quel farmaco da cui erano dipendenti da anni, o che riescono finalmente a dormire meglio e affrontare la giornata con più energie, o che molto banalmente (perché la nutrizione è molto più di questo) possono finalmente indossare di nuovo quei jeans che “non mi stavano più”, vederli sorridenti quando entrano in studio perché lo sanno che quello che stiamo facendo insieme è un modo di volersi bene. Insomma in due parole, quel “Dottoressa, grazie!” è senza dubbio la cosa che amo di più del mio lavoro.

Cosa le sorprende vedere nei tuoi pazienti? In positivo e in negativo

Uno degli aspetti positivi di questo lavoro è che si incontrano moltissime persone e tutte diverse, non c’è mai monotonia. Ognuno mi sorprende per motivi differenti, insomma…non ci si annoia mai!

Esiste un menù tipo che ti sentiresti di condividere? E una ricetta preferita? Quale cibo viene troppo spesso sottovalutato dai tuoi pazienti?

Un menù tipo a mio parere non esiste e di conseguenza non andrebbe nemmeno condiviso, non c’è un menù adatto a tutti, ogni paziente è diverso, con i suoi gusti, le sue abitudini, le sue necessità o patologie e quindi ha bisogno di un piano alimentare PERSONALIZZATO.

Una delle ricette che consiglio ai miei pazienti più golosi per la colazione è quella dei muffin al cioccolato, ovviamente light se siamo in fase di dimagrimento:

204 kcal = 3 muffin: 45gr farina integrale o di avena, 45ml acqua, 3 gr lievito per dolci, 9 gr cioccolato fondente, 20ml latte magro o vegetale, 10gr miele

Mescolate gli ingredienti liquidi e aggiungete la farina e il lievito setacciato un po’ alla volta, continuando a mescolare per evitare la formazione di grumi. Aggiungete il miele e parte del cioccolato a scaglie mescolando l’impasto finché non risulta omogeneo.

Versate negli stampini per muffin, riempiendoli per 3/4.

Prima di infornare aggiungete sulla superficie di ognuno altre scaglie di cioccolato e cuocete in forno preriscaldato

a 180° per 15/20 minuti.

Quale cibo viene spesso sottovalutato dai tuoi pazienti?

I carboidrati in generale. Molti pazienti si meravigliano di poter mangiare un piatto abbondante di pasta o cereali, o uno spuntino con pane e marmellata. Mi ritrovo sempre a spiegare che i carboidrati, scelti nella giusta quantità e soprattutto qualità, sono i nostri migliori alleati in fase di dimagrimento e non solo.

Quale dovrebbe essere la colazione ideale?

Anche qui dipende molto dai gusti e dalla situazione del paziente, può essere più adatta una colazione ricca di grassi e proteine oppure no, ma l’essenziale è che si tratti di una colazione naturale: vanno bene una tantum anche prodotti confezionati, ma è importante leggere le etichette e scegliere i prodotti i cui ingredienti sono quelli che useremmo noi a casa.

Come affrontare il rientro post-feste? Esiste qualche “trucchetto” che ti senti di consigliarci?

Il mio consiglio è rientrare nella normale alimentazione e cercare di muoversi un po’ di più (20 minuti al giorno in più rispetto alla solita routine). Non sono pochi giorni di festa a vanificare ciò che si è fatto per tutto l’anno! Il consiglio è di non pesarsi subito dopo le feste, anche perché è inevitabile che ci sia anche ritenzione di liquidi, dovuta ai pasti più calorici, che fa lievitare il numero sulla bilancia. La cosa peggiore che si possa fare è ridurre drasticamente le calorie per compensare o peggio ancora eliminare i carboidrati, in modo da vedere il numero sulla bilancia scendere, senza rendersi conto di peggiorare la composizione corporea, il che può portare al famoso effetto yo-yo, tutt’altro che salutare.

Che attività fisica consigli di abbinare per buttare giù i chili di troppo accumulati nei pranzi natalizi?

Non pensare solo al “cardio”, a correre o a pedalare per ore sulla cyclette, è meglio camminare per 15-20 minuti e dedicare più tempo alla tonificazione muscolare, per mantenere attivo il metabolismo e “bruciare” più efficacemente le calorie accumulate con i pranzi e cene extralarge dei giorni festivi.

Grazie mille per il suo tempo: qualche info utile per chi volesse prenotare una visita con la nutrizionista Silvana Izzo?

Nutrizionista Silvana Izzo

Seguo anche pazienti a distanza con consulenze online via Skype.

Ricevo a Napoli in Via Mario Fiore 19, 80128

Tel. +39 3755181791

e-mail: izzobionutrizionista@gmail.com

Per tanti consigli e ricette seguitemi su:

Instagram: Latuanutrizionista

Facebook – Dott.ssa Izzo Biologa Nutrizionista