Lifestyle

Intervista alla nutrizionista Denise Cazzato

nutrizionista denise cazzato

Oggi conosciamo meglio la nutrizionista Denise Cazzato

Oggi per la nostra sezione del blog dedicata alle interviste parliamo con la nutrizionista Denise Cazzato che ci parla di lei, del suo metodo di lavoro e di come contattarla per una visita nutrizionale.

Buon pomeriggio Dottoressa Cazzato, si presenti in poche righe ai lettori del nostro blog

Buongiorno, sono Denise e sono una Biologa Nutrizionista Sistemica cioè considero l’alimentazione sia dal punto di vista psicologico che nutrizionale e considero il corpo come un insieme di parti che non sussistono da sole ma solo come parte di un insieme. I miei pazienti sono persone tendezialmente con patologie che associano, alle cure classiche, l’alimentazione. Il dimagrimento è una conseguenza di un corpo in salute.

Cosa ami di più del tuo lavoro ?

Il sorriso delle persone quando tornano con gli esami del sangue migliorati o si sentono meglio, più in forze e risolvono problemi che si portavano dietro da anni.

Quali sono le più grosse difficoltà che incontrano i pazienti della nutrizionista Denise Cazzato?

A volte è difficile comprendere che è necessario un cambio di stile di vita seppur non radicale e che ci vuole pazienza per raggiungere degli obbiettivi.

Hai una ricetta preferita? Quale e perché?

Zuppe di legumi e cavolo nero. E’ un piatto povero della tradizione italiana che associa il gusto al nutrimento.

Quale alimento viene troppo spesso sottovalutata dai tuoi pazienti?

Appunto i legumi. Oltre ai carboidrati che spesso vengono eliminati per poter dimagrire per luogo comune. Il circa 60% della nostra alimentazione è basata sul carboidrato che non significa per forza pasta e pane ma anche orzo, farro, riso etc..

Quale sarà il cibo del futuro?

Purtroppo stiamo assistendo ad un impoverimento della qualità del cibo. Se la mia risposta istintiva è purtroppo il fast food, spero che le persone si rendano conto del grande potere dell’alimentazione nella salute e malattia.

Come tornare dalle vacanze con il giusto spirito?

Semplicemente in vacanza è normale concedersi qualche cosina in più. Al rientro basta tornare ad un alimentazione bilanciata, stilata da una persona competente professionalmente,  senza troppe rinunce.

Cosa ti piace fare nel tempo libero? 

Diciamo che lavoro molto ma mi ritaglio del tempo per mantenere l’equilibrio e mi piace leggere, camminare, andare in montagna e a volte un bel po’ di divano non fa male.

Dati, orari, luoghi per contattarti e/o prenotare una visita

Ho uno studio in Sesto san Giovanni (MI) in Via Dante,45, uno in Roma in Viale Etiopia, 10 e uno di prossima apertura in Valmontone (RM) in via Lanza,24. Ricevo su appuntamento dalle 8,30 alle 20. Potete contattarmi al 339 2643745 oppure tramite il mio sito www.specialistanutrizionista.it o sulla mia pagina facebook digitando Dott.ssa Denise Cazzato Biologa nutrizionista.

Se vi fosse piaciuto questo articolo continuate a leggere le nostre interviste con altri nutrizionisti o visitate il nostro sito

Lifestyle

Intervista alla nutrizionista Emilia Frigiola

Nutrizionista Emilia Frigiola

Oggi conosciamo meglio la nutrizionista Emilia Frigiola

Oggi doppia puntata con le nostre interviste. Ci trasferiamo a Taranto per parlare con la nutrizionista Emilia Frigiola che ci parlerà della sua professione, di se stessa e di come contattarla per una visita presso il suo studio. Se prima di procedere con la lettura dell’articolo voleste avere un primo feedback rapido e divertente sulla vostra attuale alimentazione vi ricordiamo il nostro test nutrizionale gratuito online.

Buon pomeriggio Dottoressa Frigiola, si presenti in poche righe ai nostri lettori

Ho sempre avuto un marcato interesse verso il benessere, la nutrizione e gli effetti che gli alimenti hanno sul nostro organismo, per cui ho conseguito la Laurea Magistrale in Biologia con curriculum Nutrizione. Dopo la laurea, ho lavorato per un anno come Biologa volontaria presso l’ambulatorio di Scienze dell’alimentazione e Dietetica alla ASL Napoli 2 nord. In seguito mi sono perfezionata in Alimentazione Pediatrica e da allora mi aggiorno a 360°, spaziando tra varie tematiche riguardanti principalmente il mondo del fitness, la sfera femminile ed ormonale.

Cosa ami di più del tuo lavoro ?

Entrare in stretto contatto con i pazienti, conoscere a fondo le loro storie, instaurando così un rapporto empatico e di fiducia, che ci permetta di lavorare con serenità.

Quali sono le più grosse difficoltà che incontrano i pazienti della nutrizionista Emilia Frigiola?

Credo che la più grossa difficoltà sia sfatare i falsi miti e il primo fra tutti è il significato della parola dieta. Sin dal primo incontro, infatti, mi impegno a lasciare un messaggio importante in ognuno di loro, ovvero che al di là del dimagrimento dieta non significa affrontare un periodo di sacrificante restrizione calorica, bensì è prendersi cura della propria persona conducendo uno stile di vita sano, attivo e mangiando cibi gustosi e di qualità.

Hai una ricetta preferita? Quale e perché?

Da buona forchetta con impronta mediterranea, adoro i paccheri con pesce spada e pomodorini: il sapore del mare si unisce a quello della pasta (rigorosamente al dente), rilasciando un sapore unico.

Quale alimento viene troppo spesso sottovalutata dai tuoi pazienti?

I grassi. I pazienti hanno quasi il terrore della parola grasso, in tutti i sensi. La verità è che questa categoria è molto importante per il buon funzionamento del nostro organismo. L’importante è saper scegliere, distinguendo i grassi nocivi per la salute, presenti soprattutto nei prodotti industriali e confezionati, da quelli buoni presenti nell’olio extra vergine di oliva, semi oleosi, frutta secca, cioccolato extrafondente e frutti esotici come il cocco e l’avocado.

Quale sarà il cibo del futuro?

Ormai se ne parla da tempo, credo proprio che saranno gli insetti. Piccoli, croccanti e ricchi di proteine!

Come affrontare il rientro post vacanze?

Non esistono formule magiche che ci permettono di tornare in forma dopo gli eventuali eccessi estivi. Consiglio di bere molta acqua, mangiare verdure per lo più amare, che aiutano a depurare il fegato, prediligere fonti proteiche magre come il pesce, condire i piatti con l’olio extra vergine di oliva o i semi oleosi, ridurre al massimo il consumo di alimenti confezionati e praticare attività fisica costante.

Cosa ti piace fare nel tempo libero? 

Nel tempo libero mi piace svolgere attività fisica, relazionarmi con le persone a me care, guardare un bel film, aggiornarmi a livello scientifico e sperimentare nuove ricette.

Dati, orari, luoghi per contattarti e/o prenotare una visita

Ricevo su appuntamento a Taranto in via Nazario Sauro 2, a Pozzuoli (NA)  in via Oberdan 37 ed a Bellona (CE) in via Aldo Moro 96. Per ricevere informazioni o prenotare una visita, potete scrivere all’indirizzo email emilia90@gmail.com o telefonare al numero 335 8257882. Per conoscermi meglio vi invito inoltre a seguirmi sulla pagina Facebook Dott.ssa Emilia Frigiola Biologa nutrizionista (https://www.facebook.com/dottssaEmiliaFrigiola/).

Lifestyle

Intervista alla dietista Giulia Cossali

dietista Giulia Cossali

A tu per tu con la dietista Giulia Cossali

Continuiamo il nostro giro d’Italia delle interviste dedicate al mondo della nutrizione. Oggi ci trasferiamo vicino a Bergamo (Clusone) dove abbiamo avuto il piacere di intervistare la dottoressa Giulia Cossali che ha scambiato con noi quattro chiacchiere riguardo la sua professione, il suo rapporto con i pazienti e come vede il futuro dell’alimentazione. Alla fine dell’intervista troverete anche dei contatti utili per prenotare una visita direttamente con la dietista Cossali.

Salve Dottoressa Cossali, si introduca in poche righe ai nostri lettori del blog

Sono la dottoressa Giulia Cossali, ho 25 anni e sono una Dietista, ho conseguito la laurea in Dietistica presso l’Università di Pavia con votazione 110/110 e Lode. Il mio lavoro è anche la mia principale passione, per questo svolgo la mia attività con serenità e intraprendenza, volenterosa di promuovere la salute nelle persone per migliorare la loro qualità di vita.

Cosa ami di più del tuo lavoro ?

L’empatia che si instaura tra me e il paziente: la fiducia che la persona ripone in me e soprattutto la gratificazione e soddisfazione che mostra durante il percorso, per aver cambiato e migliorato il proprio stile di vita sentendosi meglio. Tanti la definiscono una vera e propria rinascita.

Qual è la più grossa difficoltà che incontrano i pazienti della dietista Giulia Cossali?

Una delle più grandi difficoltà è far intendere il concetto di mettersi a dieta non come un’imposizione rigida e definita nel tempo (es. “per i prossimi 2 mesi faccio la dieta così poi sono apposto”), ma un percorso lento, impegnativo ma duraturo che porti al cambiamento delle proprie abitudini alimentari così da poterlo mantenere per sempre. Il principale aspetto alla base di tutto è la motivazione, che cerco sempre di rafforzare nei miei pazienti.

Hai una ricetta preferita? Quale e perché?

Amo molto cucinare e sperimentare nuove ricette, con ingredienti sempre diversi per studiare gli accostamenti perfetti. Adoro le melanzane in qualsiasi modo, le mangerei a pranzo e cena 🙂 quindi una delle ricette che adoro sono le melanzane grigliate da accompagnare all’hummus di ceci spalmato su fette di pane ai cereali e arricchito con pomodori secchi.
hummus di ceci

Quale alimento  viene troppo spesso sottovalutato dai tuoi pazienti ?

I pazienti, purtroppo, tendono a sottovalutare troppo spesso i cibi amidacei (ovvero pasta, pane, cereali vari..) in quanto demonizzano fortemente i carboidrati per la paura di ingrassare. Molto spesso ritengono di avere diete con quantità troppo elevate di questi alimenti, ma col tempo capiscono che sono la base per un’alimentazione bilanciata e l’energia principale per il nostro organismo.

Quale sarà il cibo del futuro secondo la dietista Giulia Cossali?

Ritengo che il cibo del futuro possano essere i legumi: la cosiddetta “carne dei poveri”, sono in realtà degli alimenti preziosi dal punto di vista nutrizionale, ricchi di proteine, minerali e vitamine e poveri di grassi. Un’ottima alternativa per ridurre il consumo di cibi animali e trasformati consumati in eccesso nella nostra alimentazione. Un vero e proprio guadagno in denaro e salute!

Come affrontare il rientro post vacanze?

Per affrontare correttamente il rientro post-vacanze, il consiglio migliore è riprendere le normali abitudini quotidiane: mangiare molta frutta e verdura, fare 5 pasti al giorno tra cui 2 spuntini spezzafame, ritagliarsi almeno 30-45 minuti al giorno per praticare un pò di movimento, dedicarsi ad un hobby e dormire almeno 7 ore. Evitare diete drastiche eliminando alimenti oppure veri e propri digiuni, non servono ad ottenere un corretto dimagrimento.

Cosa ti piace fare nel tempo libero?

Nel tempo libero amo fare una corsetta: mi permette di scaricare lo stress accumulato, svuotare la mente da tutti i pensieri e stare all’aria aperta. Al termine, mi sento leggera, rilassata e felice. Inoltre, la corsa ha moltissimi benefici per tutto l’organismo, un vero e proprio toccasana.
La dietista Giulia Cossali riceve a Clusone (Bg) su appuntamento, per prenotare una visita è possibile contattarmi al numero 3337590262 oppure via e-mail giulia.cossali93@gmail.com
Riceve anche a Ponte San Pietro (Bg) presso il Policlinico San Pietro.
Se ti fosse piaciuto questo articolo continua a seguire il nostro blog o visita il nostro sito dove puoi divertirti il nostro test nutrizionale gratuito .
Health & Wellness

Selezioniamo i nostri ingredienti con estrema cura

Ingredienti NutriBees

Scopri come avviene la scelta delle nostre materie prime

In cucina si sa la scelta di ingredienti di qualità è forse la cosa più importante: uno chef può essere anche di livello stellato ma con una materia prima non di prima scelta il risultato finale verrà sicuramente compromesso. Proprio per questo motivo ci siamo impegnati fino dall’inizio del nostro servizio a selezionare materie prime di qualità che rientrino nel discorso di alimentazione sana che stiamo portando avanti con NutriBees.

Per questo motivo cerchiamo sempre ingredienti di

  • Di prima Qualità 
  • Da fornitori di Fiducia
  • Prevalentemente Locali e Italiani
  • Di Stagione

Sulla qualità e sui fornitori siamo intransigenti in ogni ricetta: mai comprometteremmo la qualità in favore di un costo minore.
Bypassiamo invece gli altri due fattori solo per ricette particolarmente richieste ed apprezzate che non ci permettete di togliere dal nostro menù settimanale(es. Salmone in crosta di mandorle con asparagi e riso integrale).

Al momento non utilizziamo ingredienti certificati Biologici non riuscendo a garantire una fornitura adeguata e continuativa di tutti gli ingredienti utilizzati nelle nostre ricette: stiamo lavorando anche su questo aspetto e speriamo di potervi presto dare aggiornamenti in merito attraverso questa pagina.

Vuoi saperne di più riguardo i nostri ingredienti? Scrivici a info@nutribees.com

Lifestyle

Cosa mangiare per fare una colazione sana

Colazione Sana

Scopriamo con quali alimenti comporre la colazione perfetta

La colazione è sicuramente il pasto, tra i 3 principali (colazione, pranzo e cena), in cui fa più fatica a rispettare una dieta sana e bilanciata: vuoi per il poco tempo tra la sveglia e l’uscita di casa, vuoi per la poca voglia di mettersi ai fornelli a preparare ricette elaborate di prima mattina. Molto spesso si finisce, sbagliando, per saltare del tutto la colazione o consumare una colazione velocissima (spesso al bar) giusto per placare i morsi della fame che si fanno sentire dopo la notte.

La colazione invece, come sicuramente già saprete, è il pasto più importante della giornata proprio perchè ci offre il carburante per iniziare il giorno e, anche secondo recenti studi scientifici, è il miglior momento per far assimilare al nostro corpo la maggior parte delle sostanze nutritive: chi pensa di non far colazione per dimagrire più velocemente è assolutamente in errore e, anzi, una colazione abbondante potrebbe addirittura aiutare a perdere peso in quanto ci si sentirà più sazi poi nell’arco della giornata e si eviterà di “smangiucchiare” qua e là o di esagerare durante i pasti principali.

 

Colazione mattutina

 

Con questo articolo vogliamo aiutare chi ha voglia di rispettare una dieta sana ed equilibrata anche di prima mattina e vuole andare alla ricerca della colazione perfetta: non per forza cucinando per ore ed ore ma trovando soluzioni tutto sommato facili per farcela senza troppe difficoltà. Con il nostro servizio di healthy food delivery per il momento ancora non consegniamo la colazione ma nell’email di conferma inseriamo sempre utili consigli su cosa mangiare per completare la vostra dieta giornaliera.

Senza dilungarci oltre, partiamo da quali elementi devono essere inclusi nella vostra colazione sana.

Colazione tavolo

Esempio colazione sana escludendo la brioche infiltrata 🙂

Esempio colazione sana “classica”:

  • The / Caffè senza Zucchero
  • Latte / Yogurt Vaccino o Vegetale Magro
  • Cereale integrale
  • Frutta Secca / Frutta fresca

Come avrete capito da questo elenco puntato l’idea è che anche in questo pasto si debba replicare quello schema di bilanciamento tra carboidrati, proteine e grassi che consigliamo di seguire anche per il pranzo e la cena ovvero andando ad unire un cereale integrale, le proteine animali o vegetali (meglio le seconde) con frutta/verdura.
Per quanto riguarda il cereale da inserire all’interno della vostra colazione le opzioni potrebbero essere o una fetta di pane integrale con un velo di marmellata o un porridge di avena: la cosa importante è che in ogni caso i cereali non siano raffinati ma contribuiscano a fornirci il giusto apporto di fibre.

Non ci sentiamo invece di sbilanciarci per quanto riguarda le quantità in quanto queste variano da persona a persona in baso al sesso, all’età, alle attività fisiche praticate, agli obiettivi che si vogliono raggiungere: possiamo però dirvi che se vi è un pasto della giornata in cui potete esagerare un po’ questo è sicuramente la colazione (e non la cena ad esempio).

Se invece preferiste seguire una colazione salata, escludendo la parte dolce, potreste sostituire il latte e lo yogurt con le uova da consumare strapazzate o in una semplice frittata e andando a creare quella che comunemente viene chiamata colazione continentale (magari evitando però i classici insaccati che spesso troviamo nelle colazioni degli hotel):
Se optaste invece per l’esclusione del salato a favore di una colazione dolce potete seguire lo schema di cui sopra senza aggiungere cornetto, brioches e quant’altro.

Se non aveste voglia di leggervi tutti gli esempi sopra, trovate riassunte in questo video di Fondazione Veronesi le dritte principali per la vostra colazione.

(I consigli per una colazione sana ed equilibrata – Fonte Fondazione Veronesi)

Chiudiamo questo articolo consigliandovi anche di abbinare ad una sana colazione almeno 20 minuti di attività fisica (anche casalinga come lo Yoga se non aveste voglia di uscire di prima mattina specialmente nelle stagioni più fredde) per aumentare ancora di più i benefici dei cibi assimilati.

Se ti fosse piaciuto questo articolo continua a seguire il nostro blog nutrizionale o visita il nostro sito per scoprire il nostro menù della settimana

Health & Wellness

i 3 migliori nutrizionisti di Bari

migliori nutrizionisti bari

Conosciamo i migliori nutrizionisti di Bari secondo la nostra redazione

Può non essere facile perdere peso e mantenersi in forma quando si è circondati da panzerotti, riso patate e cozze e focacce. Come dimagrire in mezzo alle tante prelibatezze del capoluogo barese?
Per questo oggi vi aiutiamo selezionando e consigliandovi i migliori nutrizionisti di Bari, che possono seguire le vostre esigenze e fornirvi una dieta personalizzata.
infografica nutrizionisti
Se poi non riusciste a recarvi nello studio del nutrizionista e voleste conoscere in modo rapido il vostro stato nutrizionale, vi consigliamo di compilare il nostro test online: vi fornirà un breve riepilogo di cosa fare e cosa non fare e soprattutto vi consiglierà quale dei nostri piatti sono più adatti a voi!

Prima di iniziare ci teniamo a specificare che queste classifiche vogliono solo essere delle segnalazioni di alcuni dei migliori nutrizionisti, e non un completo elenco; tenendo conto del rapporto instaurato in diversi mesi di collaborazione con il nostro servizio.

Iniziamo con la dott.ssa Cinzia Longobucco, sicuramente una delle nutrizioniste più conosciute nel panorama barese, molto orientata alle persone ha persino sviluppato un’app per poter seguire più facilmente le tantissime persone seguite e che hanno scelto come dimagrire con lei.
Riceve in Via Troisi 24.

La dott.ssa Eloisa Ranieri, ha un ottimo seguito social ed è molto apprezzata per il modo in cui si relaziona con i suoi pazienti.
E’ molto orientata alla lotta verso l’ipernutrizione (che per lei è sinonimo di malnutrizione) e quindi al sovrappeso attraverso una dieta personalizzata al fine di perdere peso.
Riceve in via Re David 162.

Una menzione d’onore infine la merita la nutrizionista Rosa Lenoci, presidente dell’ABNI (associazione biologi nutrizionisti italiani) riceve in pieno centro, in Corso Cavour 60.

I nutrizionisti di cui parlare sarebbero molti di più e nei prossimi articoli sicuramente ve ne parleremo: per ora abbiamo deciso di lasciarvi con 3 fra i nomi che più di altri ci hanno colpito nella città pugliese eleggendoli come i migliori nutrizionisti di Bari del 2018.

Prima di rivolgervi ad un nutrizionista potrete sempre iniziare dal nostro test nutrizionale e dal vedere i piatti migliori suggeriti per voi dal nostro algoritmo in base alle vostre esigenze.

Se invece fossi un nutrizionista interessato ad affiliarsi al nostro network puoi contattarci attraverso il modulo di iscrizione che trovi a fondo pagina nel nostro sito NutriBees.

Related posts
i 3 migliori nutrizionisti di Bergamo
5 settembre 2018
i 3 migliori nutrizionisti di Bologna
5 settembre 2018
I 3 migliori nutrizionisti di Firenze del 2018
30 agosto 2018
Lifestyle

Intervista alla nutrizionista Valentina Fratoni

nutrizionista Valentina Fratoni

A tu per tu con la nutrizionista Valentina Fratoni

Oggi la nostra redazione si è trasferita a Firenze dove ha potuto incontrare la dottoressa Valentina Fratoni e farle alcune domande riguardo come approccia il suo lavoro, cosa le piace di più e come fare per contattarla per una visita. Scopriamo di più sulla nutrizionista Fratoni in questa breve intervista.

Buongiorno Nutrizionista Fratoni, si presenti in poche righe ai nostri lettori

Sono Fratoni Valentina e svolgo la professione di Biologo Nutrizionista con passione dal 2009. Affascinata da sempre dalla biologia, negli anni ho desiderato specilizzarmi sempre di più per acquisire quelle competenze e nozioni che mi hanno permesso di svolgere in maniera puntuale il mio mestiere. Il lavoro pluri decennale svolto in ospedale sia a contatto con i bambini (Meyer di Firenze) che con la popolazione adulta (CTO di Firenze) mi ha consentito di interfacciarmi con molte realtà e di crescere.

Cosa ami di più del tuo lavoro ?

Adoro il contatto con il paziente, l’ascolto delle esigenze, la fiducia che si instaura, la risoluzione dei problemi. Talvolta si tratta di percorsi lunghi, talvolta difficili che non coinvolgono solo l’alimentazione in se, ma anche l’accettazione di una patologia o di uno stato di salute. Accompagnare per mano  e stare a fianco del paziente è per me uno dei capisaldi del mio lavoro.

Qual è la più grossa difficoltà che incontrano i pazienti della nutrizionista Valentina Fratoni?

Metto grande impegno nel trasmettere l’importanza di un impegno serio e costante verso il nuovo approccio nutrizionale che sto offrendo loro. Talvolta l’accettazione di un cambiamento può esser maldigerita; il mio compito è quello di  far capire la necessità, in termini di salute, legata ad  un miglioramento nel breve e lungo termine

Hai una ricetta preferita? Quale e perché?

Adoro cucinare e sono una di quelle che appena ha un attimo di tempo fa tutto da sola: pomarola, dado, sughi vari…Pur non esiegendo ovviamente un tale impegno da parte dei miei pazienti (visto i numerosi impegni da cui siamo sopraffatti ogni giorno) sono però disposta a scambiare con loro varie ricette. Un piatto facile e veloce che spesso consiglio, e adoro, è il pesce al cartoccio con patate. Completo, bilanciato e facilmente digeribile, consiglio di usare orate o sgombri freschi, ma niente vieta anche del salmone fresco o trota.  

Quale alimento  viene troppo spesso sottovalutata dai tuoi pazienti ?

Sicuramente per i miei pazienti un alimento ostico sono i legumi: sovente scambiati per verdura e spesso disconosciuti. Una volta immessi nel piano alimentare poi ne apprezzano le virtù sazianti edal basso tenore calorico.

Quale sarà il cibo del futuro?

Molti sostengono saranno gli insetti; io voglio ancora credere che con la crescente riscoperta delle coltivazioni a km zero, con l’abbattimento dell’uso dei pesticidi, sia il cibo locale l’alimento  del futuro!

Come affrontare il rientro post vacanze?

Con serenità affrontando un problema alla volta, cercando di abbattere il più possibile lo stress legato a questo periodo e, come dico sempre ai miei pazienti, prefiggendosi obiettivi piccoli e facilmente raggiungibili in modo che sia la gratificazione a dare la spinta per affrontare sfide più grosse.

Cosa ti piace fare nel tempo libero?

Adoro leggere da quando sono bambina, quindi per me non c’è niente di meglio che evadere al mare (qualunque sia la stagione) in compagnia della mia famiglia e del mio cane. Raggiungo la pace interiore stando a riva del mare scoltando le onde infrangersi, il vento soffiare, mentre leggo per alzare ogni tanto lo sguardo e vedere la mia canina correre beata facendosi inseguire dalle onde.

Dati, orari, luoghi per contattare o prenotare una visita con la nutrizionista Valentina Fratoni

Visito su prenotazione a:
– Firenze Via L.Pancaldo 3/55
– Scandicci c/a Misericordia Via Caboto 55
– San Casciano c/a Misericordia c/a Misericordia Via T.Corsini 22 
Se ti fosse piaciuto questo articolo continua a leggere il nostro blog o visitate il nostro sito
Lifestyle

Intervista alla nutrizionista Serena Guidotti

nutrizionista serena guidotti

Oggi conosciamo meglio la nutrizionista Serena Guidotti

Oggi proseguiamo la nostra serie di interviste per conoscere meglio alcuni tra i migliori nutrizionisti, dietisti e dietologi della nostra penisola intervistando la nutrizionista Serena Guidotti di Bologna. Scopriamo insieme cosa ama maggiormente del suo lavoro, le principali difficoltà, le sue passioni e come prenotare una visita presso il suo studio.
Se prima di procedere con la lettura dell’articolo voleste avere un primo feedback rapido e divertente sulla vostra attuale alimentazione vi ricordiamo il nostro test nutrizionale gratuito online.

Buongiorno Dottoressa Guidotti, si presenti in poche righe ai nostri lettori

Mi chiamo Serena Guidotti, ho 33 anni e sono una Biologa Nutrizionista! Mi sono laureata in Biologia Molecolare e Cellulare nel 2010 e conseguito un Dottorato di ricerca in Scienze Biomediche. Ho lavorato per tanti anni come ricercatrice universitaria, ma mi mancava un contatto diretto con i pazienti, quindi mi sono formata nell’ambito della nutrizione…e devo dire che non potevo fare scelta migliore perché amo davvero il mio lavoro!

Cosa ami di più del tuo lavoro ?

Il contatto diretto con le persone, vedere la faccia felice dei miei pazienti quando stanno meglio, vedere cambiare le loro abitudini alimentari! Questo mi dà davvero tanta energia!

Qual è la più grossa difficoltà che incontrano i pazienti della nutrizionista Serena Guidotti?

Far capire loro che il concetto di dieta non è temporaneo, ma deve essere una abitudine e uno stile di vita da mantenere nel tempo, non solo finalizzata alla perdita di peso! Ecco perché lavoro tanto, tantissimo, sull’educazione alimentare!

Hai una ricetta preferita? Quale e perché? 

Personalmente amo molto fare colazione, quindi la mia ricetta preferita è questa: pane di segale tostato, crema di sesamo e frutta fresca (i fichi sono perfetti, quando  è stagione) oppure composta di frutta, possibilmente fatta in casa! Adoro farla e proporla ai miei pazienti perché è ottima, gustosa, ma soprattutto completa dal punto di vista nutrizionale

Quale alimento  viene troppo spesso sottovalutato dai tuoi pazienti ?

Comincio con un “non cibo” : l’acqua. Quasi nessuno ne consuma almeno 2 litri al giorno! E poi la verdura…mi batto ogni giorno per far capire ai miei pazienti che andrebbero mangiate almeno 2 porzioni al giorno, ma è difficilissimo! Ah ne ho un altro: l’olio extravergine di oliva: in molti, moltissimi lo evitano (magari sostituendolo con la glassa di aceto balsamico) e invece andrebbe consumato giornalmente perché, udite udite, fa bene!

Quale sarà il cibo del futuro?

Bella domanda! Spero che le mode alimentari scompaiano e che le persone comincino a consumare i prodotti semplici della terra e magari la frutta e la verdura di stagione, senza cibarsi di alimenti preconfezionati! Sul cibo del futuro non so dare una risposta…dicono gli insetti, ma vi ci vedete a mangiare cavallette?

Come affrontare il rientro post vacanze?

Innanzitutto senza panico! Per me le regole sono poche: 1) mantenere un adeguato stato di idratazione, bevendo un paio di litri di acqua al giorno 2) fare 3 pasti principali completi di tutti i macronutrienti, ed eventualmente un paio di spuntini per evitare di arrivare troppo affamati al pasto successivo 3)avere uno stile di vita attivo: camminare, correre, fare sport all’aria aperta, nuotare!

Cosa ti piace fare nel tempo libero? 

Da quando ho il mio bimbo, che adesso ha quasi un anno, il tempo libero lo trascorro con lui…ci piace giocare, leggere assieme, cantare e passeggiare al parco! Se mi avanzano 2 o 3 minuti per me amo provare le ricette che propongo poi ai miei pazienti, adoro leggere e mi piace davvero tanto studiare!

Dati, orari, luoghi per contattarti e/o prenotare una visita

Ricevo su appuntamento in due studi a Bologna: uno in pieno centro (via Rizzoli 3) e l’altro in zona San Vitale (via Larga 15)
Lifestyle

Intervista alla nutrizionista Cecilia Saccà

Nutrizionista Cecilia Saccà

Oggi conosciamo meglio la nutrizionista Cecilia Saccà

Oggi nuova puntata delle nostre interviste. Ci trasferiamo a Pavia per parlare con la nutrizionista Cecilia Saccà che ci parlerà della sua professione, di se stessa e di come contattarla per una visita presso il suo studio. Se prima di procedere con la lettura dell’articolo voleste avere un primo feedback rapido e divertente sulla vostra attuale alimentazione vi ricordiamo il nostro test nutrizionale gratuito online.

Buon pomeriggio Dottoressa Saccà, si presenti in poche righe ai nostri lettori

Sono la nutrizionista Cecilia Saccà, sono una Biologa Nutrizionista. Ho 32 anni sono originaria della Toscana, dove ho vissuto per 20anni. Adesso vivo a Pavia, amo viaggiare e amo assaggiare e scoprire la cucina e la cultura di paesi diversi e lontani. Faccio improvvisazione teatrale, disciplina divertentissima e al momento stesso molto sensibile. Inoltre pratico diversi sport.

Cosa ami di più del tuo lavoro ?

Da quasi 6 anni svolgo la mia Professione che, più che definirla tale, la definirei la mia Passione. Amo l’armonia del corpo umano, mi affascina la sua perfezione e credo profondamente che il cibo sia la nostra migliore medicina. La mia soddisfazione più grande è riuscire a trasmettere, alle persone che svolgono un percorso insieme a me, che il cibo è il nostro miglior alleato e che se capiamo come usarlo, possiamo ottenere tutti i risultati che ci prefiggiamo. E l’immenso piacere di vedere realizzati gli obiettivi delle persone, mi riempie il cuore.

Quali sono le più grosse difficoltà che incontrano i pazienti della nutrizionista Cecilia Saccà?

Devo dire che fortunatamente non incontro grandi difficoltà nel mio lavoro. A volte possono capitare dei casi in cui la persona che ho di fronte ha, o ha subito, delle patologie importanti quindi in quel caso c’è bisogno di un feedback da parte del medico curante e una collaborazione a quattro mani. Che però a parer mio è stimolante e sempre molto soddisfacente.

Hai una ricetta preferita? Quale e perché? 

Non ho un piatto preferito, me ne piacciono talmente tanti che faccio fatica a sceglierne uno! Diciamo che in generale adoro la colazione. Sia dolce che salata. È il mio pasto preferito: amo svegliarmi di buon’ora e dedicare il tempo necessario nella preparazione di una colazione sana e completa. È il modo migliore per iniziare bene la giornata.

Quale alimento viene troppo spesso sottovalutata dai tuoi pazienti ?

Credo che la categoria di cibo sottovalutata sia quella delle leguminose. Evitata da molti per via delle spiacevoli conseguenze che  possono causare a livello intestinale, ma in realtà basta saperle cucinare per evitare questi inconvenienti. Sono vegetali ricchissimi di proprietà ottime, dalle vitamine ai minerali, dai fitoestrogeni alle proteine. Bisognerebbe davvero abituarci a consumarne di più.

Quale sarà il cibo del futuro?

Il cibo del futuro? Spero che sia il cibo del passato, sinceramente. Spero si possa tornare alla genuinità e alla naturalezza dei prodotti. E credo che in parte ci si stia muovendo anche verso questa direzione.

Come affrontare il rientro post vacanze?

Per affrontare al meglio il rientro post vacanze, consiglio di sfruttare le belle energie positive accumulate nei giorni di ferie e ripartire dandosi nuovi obiettivi. Sia nell’attività fisica che nell’alimentazione. Partire con una settimana detox può aiutare ad affrontare poi un’alimentazione equilibrata e corretta.

Cosa ti piace fare nel tempo libero? 

Io nel tempo libero generalmente viaggio, quando posso, e mi dedico sempre a ciò che mi fa essere serena. Che sia quindi passare del tempo in famiglia, con gli amici o andare a vedere mostre (cosa che adoro fare!). Perché credo che la cosa essenziale sia essere sereni.

Dati, orari, luoghi per contattarti e/o prenotare una visita

Ricevo sia a Pavia che a Milano (Pavia in 2 studi: uno in centro e l’altro in zona Viale Cremona. Milano, in Brera), si appuntamento sia mattina che pomeriggio. È possibile contattarmi al 3406143015 o inviarmi una mail su sc.nutrizionista@gmail.com. Per qualsiasi altra informazione potete visitare il mio sito http://nutrizionistapavia.yolasite.com

 

Lifestyle

Intervista al nutrizionista Salvatore Ercolano

Nutrizionista Salvatore Ercolano

Conosciamo meglio il nutrizionista Salvatore Ercolano

Dopo le recenti interviste ad alcuni tra i migliori nutrizionisti delle varie città Italiane, oggi continuiamo questa rubrica curata dalla nostra redazione spostandoci in Campania per  intervistare il nutrizionista Salvatore Ercolano.

Buongiorno Dottor Ercolano, si presenti in poche righe ai nostri lettori.

Sono il dott. Salvatore Ercolano, Biologo Nutrizionista a Sorrento, a Meta e a Capri. Lavoro in questo settore con passione e impegno da circa 7 anni. Sono dell’ idea che la dieta ideale non è solo quella che soddisfa il fabbisogno energetico e apporta i principi nutritivi necessari alla vita, ma anche quella che appaga i nostri sensi, che non si discosta troppo dalle nostre tradizioni culturali alimentari e abitudini lavorative giornaliere.

Cosa ami di più del tuo lavoro ?

Del mio lavoro amo “prendere per mano” le persone che si rivolgono a me per accompagnarle verso un miglioramento del proprio stato di benessere. Amo la dinamicità e la continua evoluzione della biologia attraverso la ricerca scientifica.

Qual è la più grossa difficoltà che incontrano i pazienti del nutrizionista Salvatore Ercolano?

 Molto spesso il cibo è una consolazione, un conforto, un compagno nei momenti di solitudine ed è proprio in questo caso che il nostro lavoro diventa ancora più stimolante. Non è affatto semplice, ma se alla fine si riesce ad aiutare queste persone la soddisfazione è davvero enorme.

Hai una ricetta preferita? Quale e perchè?

La mia ricetta preferita è il peperone ripieno di spaghetti, tonno, pomodorini e olive al forno.
Ho cercato di rivisitare una ricetta che mia nonna era solita cucinare. Un esempio che un piatto tradizionale può diventare funzionale.
Il peperone, essendo ricco in fibre, abbassa notevolmente il rilascio degli zuccheri della pasta nel sangue promuovendone l’ eliminazione nelle feci. Inoltre, gli spaghetti sono il formato di pasta a più basso indice glicemico, l’ associazione con il licopene rilasciato dai pomodorini cotti e i filetti di tonno sgocciolato rendono questo piatto completo di macronutrienti (carboidrati, proteine e grassi) e antiossidanti.

Quale cibo ( o categoria di cibo )  viene troppo spesso sottovalutata dai tuoi pazienti ?

Il pesce azzurro è un alimento sano che viene spesso a mancare nelle abitudini delle persone. I ritmi lavorativi e giornalieri sono sempre più frenetici e stressanti quindi spesso non si ha il tempo e la voglia di mettersi ai fornelli. Il pesce diventa sicuramente l’ alimento che viene messo sempre più da parte.

Quale sarà il cibo del futuro?

Spero che sia  una cibo composto dalle combinazioni alimentari basate sui meccanismi biochimici di cui si avvale l’ organismo umano per utilizzare le caratteristiche dei singoli alimenti.

Come affrontare il rientro post vacanze?

Uno degli errori più frequenti è quello di compensare, digiunando o riducendo drasticamente l’ introito di cibo, i giorni successivi alle vacanze estive.
Si tratta di un errore perché mangiando troppo poco  perderemo massa metabolicamente attiva, quindi non perderemo più massa grassa e faremo in modo che il nostro organismo attivi le riserve sotto forma di adipe.
Inoltre noi sappiamo che l’ uomo è l’ organismo più evoluto perché è quello che si adatta meglio a qualsiasi situazione, dunque nel caso in cui mangiamo troppo poco, il nostro organismo inattiva la sintesi delle proteine e degli enzimi della digestione e del metabolismo.
Il preservare la massa magra (proteine, acqua e sali minerali) che compongono L’ organismo è il fattore più importante poiché è quella la massa metabolicamente attiva.

Cosa ti piace fare nel tempo libero?

Nel tempo libero amo godermi il mare, viaggiare e scoprire nuove culture e nuovi luoghi.

Dati, orari, luoghi per contattarti e/o prenotare una visita

Il dott. Salvatore Ercolano riceve a Sorrento, a Meta e a Capri su appuntamento al numero 3284145457, via mail nutrizionista.ercol@gmail.com oppure dal sito www.nutriercol.it
Se vi fosse piaciuto questo articolo continuate a leggere il nostro blog o visitate il nostro sito